Vai ai contenuti
Home page Università di Udine
Corsi di laurea Mappa del sito Dipartimenti URP Help desk Sistema bibliotecario Cercapersone Servizi informatici
Home Poli didattici Polo economico-giuridico - Economia Economia aziendale (a.a. 2014-2015,...
Dimensione del testo: A A A A

Scuola Superiore dell'Università

Dopo la triennale

Formazione degli insegnanti

Tasse e Contributi Studenti

Corsi singoli

Sistema Bibliotecario d'Ateneo

Strutture speciali

Centri di servizio

Centro Polifunzionale di Pordenone

Centro Polifunzionale di Gorizia

Rapporti con Istituti scolastici superiori

La valutazione della didattica

Economia aziendale (a.a. 2014-2015, sede di Udine), cl. L- 18 (laurea (ex DM 270/04)) English version

Durata Crediti Sede
3 anni 180 credits Udine

Conoscenze richieste per l'accesso

Prerequisiti per una proficua frequenza del corso di laurea sono:

  • una buona preparazione di cultura generale;
  • la conoscenza della lingua inglese (livello intermedio);
  • la conoscenza di elementi di informatica e di matematica di base.

Preparazione richiesta

È richiesta una adeguata preparazione iniziale costituita in particolare dalla conoscenza teorica e applicativa degli strumenti matematici fondamentali, dalla conoscenza della lingua inglese. Per una proficua frequenza del corso di laurea sono inoltre richieste una buona preparazione di cultura generale e capacità nell'impiego del PC e degli strumenti di produttività individuale più comuni (gestione testi, foglio elettronico, posta elettronica, navigazione WEB).
È previsto un test di ammissione che varrà per formulare la graduatoria di accesso ai Corsi di Studio e anche per valutare la preparazione iniziale. Il test è volto a verificare negli studenti:

a) abilità verbali (tramite esercizi di comprensione di testi e conoscenza della lingua italiana);
b) abilità di memoria (tramite esercizi che verifichino la capacità di fissare informazioni ricavate dalla lettura di un testo e di recuperare ed utilizzare le informazioni acquisite);
c) abilità analitiche e quantitative (tramite esercizi che verifichino la capacità di ragionamento logico, comprensione e produzione di ragionamenti di tipo quantitativo);
d) conoscenze matematiche (insiemi e relazioni tra insiemi, elementi di logica, strutture numeriche, aritmetica, algebra elementare, equazioni e disequazioni, rappresentazioni grafiche di funzioni);
e) conoscenze di cultura generale (storia contemporanea, attualità economica e istituzionale, conoscenze di base relative all’organizzazione dello Stato, ai rapporti istituzionali e tra i diversi livelli di governo, alle istituzioni comunitarie e internazionali).
Le modalità operative di svolgimento della predetta prova sono riportate nel relativo Bando di Ammissione.

La conoscenza degli elementi di base di Matematica verrà verificata tramite un test che si svolgerà il 4 settembre 2013.
Per gli studenti che non supereranno la prova e per tutti coloro che desiderano rafforzare le basi di matematica fornite nelle scuole superiori è previsto un corso di preparazione (Precorso di Matematica) della durata complessiva di 24 ore. La prima lezione del Precorso si svolgerà il 4 settembre 2013, subito al termine della prima verifica del debito. Al termine del Precorso è previsto un secondo test di recupero. Agli studenti che non superano né il test del 4 settembre, né quello di recupero o che non partecipano alle verifiche, viene assegnato il debito di Matematica che potranno successivamente recuperare solo in sede d’esame del Corso di Matematica Generale. 

Gli studenti immatricolati al primo anno devono possedere un livello di conoscenza della lingua inglese B1, secondo la classificazione dei livelli di conoscenza delle lingue stabilita in base al Quadro Comune Europeo di riferimento per le lingue. Il livello sarà accertato presso il Centro Linguistico e Audiovisivi dell'Università degli Studi di Udine (CLAV) tramite una prova predisposta ad hoc. La verifica del livello di conoscenza B1 sarà possibile per gli studenti dall'inizio del mese di settembre. Qualora lo studente abbia ottenuto adeguata e corrispondente certificazione della lingua inglese viene esonerato dalla verifica del livello B1. Sarà il CLAV a riconoscere le certificazioni valide rilasciate dagli Enti Certificatori riconosciuti a livello internazionale. Agli studenti che non risultino di livello B1, o che non abbiamo sostenuto il test di accertamento presso il CLAV, viene assegnato il debito di Inglese. Per il recupero del debito essi potranno seguire corsi di preparazione predisposti dal CLAV durante il primo anno di corso e ripetere la prova di livello B1 durante l'intero anno.

Obiettivi formativi del corso

Nel rispetto degli obiettivi formativi qualificanti la Classe L-18, Scienze dell’economia e della gestione aziendale, il Corso di Laurea in Economia Aziendale consente l’acquisizione delle conoscenze fondamentali generali e specifiche necessarie al governo dell’azienda, sia nella prospettiva del soggetto interno - direzione d’azienda – sia nella prospettiva del soggetto esterno - consulenza d’azienda. In particolare, esso presta particolare attenzione al profilo della gestione operativa e finanziaria e a quello della misurazione e del controllo in ogni tipologia d’azienda. Esso prevede:

  • lo studio dell’Economia Aziendale, con particolare attenzione agli strumenti, le caratteristiche, le condizioni di funzionamento, la complessità delle diverse tipologie aziendali;
  • lo studio della misurazione e controllo dei fenomeni aziendali, con particolare riferimento ai bilanci interni e esterni, ai metodi di determinazione quantitativa per le decisioni strategiche e operative, al controllo di gestione;
  • lo studio della dimensione organizzativa dei fenomeni aziendali, della gestione delle risorse umane, degli aspetti operativi e di marketing e, più in generale, dei rapporti tra aziende e mercati;
  • lo studio delle tecniche operative delle aziende finanziarie, con particolare riferimento agli strumenti finanziari, alle operazioni bancarie e finanziarie, alle operazioni di borsa, alle tecniche di affidamento;
  • una preparazione interdisciplinare in ambito economico, giuridico e quantitativo.

Il corso di laurea in Economia Aziendale favorisce l’acquisizione di competenze specialistiche e trasversali fondamentali per l’inserimento del laureato in un mercato ampio e articolato prioritariamente rappresentato da:

  • imprese industriali, commerciali e di servizi per quanto attiene alle funzioni di: amministrazione e controllo, marketing, gestione delle risorse umane e produzione;
  • aziende pubbliche, aziende no profit e amministrazione pubblica in generale per quanto attiene al presidio dei profili di amministrazione e controllo;
  • studi di dottore commercialista ed esperto contabile e di consulenza direzionale in generale con una marcata focalizzazione sulle aree dell’amministrazione, del controllo e della finanza; in quelle del diritto societario, tributario e fallimentare; studi di consulenza direzionale per quanto attiene alle funzioni del marketing, della gestione delle risorse umane, della produzione;
  • uffici studi per quanto attiene alle tematiche di analisi economica e finanziaria.

Sbocchi occupazonali

Il corso di laurea consente l’acquisizione di competenze fondamentali generali e specifiche in ambito aziendale e una formazione interdisciplinare in ambito economico, giuridico e quantitativo, tale da consentire una pluralità di prospettive professionali, interne ed esterne all’azienda. In particolare si segnalano:

  • prospettive professionali nell’ambito di imprese, banche, amministrazioni pubbliche soprattutto nelle funzioni dell’amministrazione, del controllo e della finanza; si aprono inoltre prospettive nell’ambito della libera professione, con particolare riferimento alla figura di dottore commercialista ed esperto contabile-sezione B (previo tirocinio e conseguimento dell’abilitazione, secondo la normativa vigente), di consulente direzionale e di controller direzionale, di consulente del lavoro (previo tirocinio e conseguimento dell’abilitazione, secondo la normativa vigente);
  • possibilità di occupazione nell’area bancaria, parabancaria ed assicurativa, senza escludere opportunità anche all’interno delle imprese, specialmente nell’area finanziaria, e attività di libera professione, in particolare come consulente o promotore finanziario;
  • possibilità di svolgere funzioni di general management privato e pubblico e di management funzionale nelle diverse aree aziendali, dalla finanziaria alla commerciale, dal marketing alla produzione, dall’organizzazione aziendale alla gestione delle risorse umane. Il laureato può scegliere anche la libera professione, in particolare, come consulente direzionale.

L’acquisizione di competenze specialistiche in ambito aziendale e una formazione interdisciplinare in ambito economico, giuridico e quantitativo, offre una pluralità di prospettive professionali.

Il corso prepara alla professione di

  • Agenti assicurativi
  • Specialisti nei rapporti con il mercato
  • Specialisti in contabilità e problemi finanziari
  • Altre professioni intermedie finanziario-assicurative
  • Specialisti della gestione e del controllo nelle imprese private
  • Specialisti della gestione e del controllo nella pubblica amministrazione
  • Specialisti di problemi del personale e dell’organizzazione del lavoro

 

Aggiornato il 07/05/2014

Credits