Vai ai contenuti
Home page Università di Udine
Corsi di laurea Mappa del sito Dipartimenti URP Help desk Sistema bibliotecario Cercapersone Servizi informatici
Home Poli didattici Polo scientifico - Ingegneria e Architettura Ingegneria gestionale dell'informazione
Dimensione del testo: A A A A

Scuola Superiore dell'Università

Dopo la triennale

Formazione degli insegnanti

Tasse e Contributi Studenti

Corsi singoli

Sistema Bibliotecario d'Ateneo

Strutture speciali

Centri di servizio

Centro Polifunzionale di Pordenone

Centro Polifunzionale di Gorizia

Rapporti con Istituti scolastici superiori

La valutazione della didattica

Ingegneria gestionale dell'informazione, cl. 9 (laurea (ex DM 509/99)) English version

Durata Crediti Sede
3 anni 180 credits Udine


 

Finalità del corso


Il Corso di laurea in Ingegneria gestionale dell’informazione impartisce una formazione di base che integra le conoscenze fisico–matematiche comuni a tutte le lauree in Ingegneria e i contenuti fondamentali delle discipline che qualificano il settore dell’Informazione (Informatica, Elettrotecnica, Automatica, Elettronica, Telecomunicazioni), con la comprensione degli elementi fondamentali della progettazione, implementazione e gestione dei sistemi informativi aziendali unitamente alle problematiche di analisi economica e organizzativa e delle tecniche decisionali. Su questa base vengono sviluppate competenze distintive sulle metodologie e gli strumenti di intervento nella gestione dei sistemi complessi. In particolare, l’Ingegnere gestionale dell’informazione è in grado di applicare efficacemente le tecnologie dell’informazione e le metodologie dell’analisi economica e del management alla soluzione dei problemi dell’organizzazione e della gestione operativa dei sistemi aziendali.
Il percorso formativo proposto permette, quindi, di comprendere appieno l’interazione degli aspetti tecnologici, progettuali, economici, organizzativi e gestionali nel settore dell’Ingegneria dell’informazione acquisendo, in particolare, la capacità di:
1. valutare gli investimenti dell’impresa e la dimensione economico-gestionale della riorganizzazione dei processi aziendali;
2. effettuare analisi organizzative-logistiche al fine di sviluppare le specifiche di funzionamento dei sistema informativo di impresa;
3. selezionare i sistemi informativi più adeguati alle necessità aziendali;
4. utilizzare i principali strumenti di gestione delle basi di dati;
5. sviluppare strumenti informatici di supporto alla operatività di impresa;
6. gestire progetti innovativi intervenendo nella configurazione dei sistemi informativi integrati;
7. utilizzare gli strumenti quantitativi della simulazione e della ottimizzazione per proporre scelte efficienti di progettazione, pianificazione e gestione dei singoli processi.

 

Sbocchi occupazionali


L’ingegnere gestionale tratta gli aspetti progettuali ed implementativi dei sistemi informativi aziendali, nonchè i risvolti organizzativi e gestionali del trattamento delle informazioni in aziende industriali e di servizi ed in enti pubblici.
Gli ambiti professionali tipici per i laureati in Ingegneria gestionale sono quelli della progettazione assistita, della produzione, della gestione ed organizzazione, dell’assistenza, delle strutture tecnico-commerciali, sia nella libera professione sia nelle imprese manifatturiere o di servizi e nelle amministrazioni pubbliche.
I principali sbocchi occupazionali per i laureati in Ingegneria gestionale possono essere così individuati:
imprese manifatturiere, di servizi e pubblica amministrazione per l’approvvigionamento e la gestione dei materiali, per l’organizzazione aziendale e della produzione, per l’organizzazione e per l’automazione dei sistemi produttivi, per la logistica, per il project management ed il controllo di gestione, per l’analisi di settori industriali, per la valutazione degli investimenti, per il marketing industriale. 

 

Aggiornato il 14/07/2010

Credits