Vai ai contenuti
Home page Università di Udine
Corsi di laurea Mappa del sito Dipartimenti URP Help desk Sistema bibliotecario Cercapersone Servizi informatici
Home Informazioni amministrative Interruzione e sospensione degli studi
Dimensione del testo: A A A A

Scuola Superiore dell'Università

Dopo la triennale

Formazione degli insegnanti

Tasse e Contributi Studenti

Corsi singoli

Sistema Bibliotecario d'Ateneo

Strutture speciali

Centri di servizio

Centro Polifunzionale di Pordenone

Centro Polifunzionale di Gorizia

Rapporti con Istituti scolastici superiori

La valutazione della didattica

Interruzione e sospensione degli studi

Documenti

  

Interruzione degli studi universitari

 

L'interruzione degli studi universitari si realizza automaticamente nel momento in cui lo studente omette il pagamento di una rata delle tasse universitarie e sospende la sua attività per almeno un intero anno accademico.

L'interruzione degli studi universitari può essere mantenuta nei termini previsti dal Regolamento Didattico di Ateneo (art. 162).

Gli studenti che abbiano interrotto gli studi universitari, qualora intendano esercitare i diritti derivanti dall'iscrizione, devono presentare un'istanza in carta legale indirizzata al Magnifico Rettore con cui chiedono la ricognizione della qualità di studente, ed effettuare i seguenti versamenti:
 

  • eventuale saldo delle tasse universitarie relative all'ultimo anno accademico in cui è stata presa iscrizione;
  • pagamento di un diritto fisso pari a 200,00 Euro per ogni anno accademico in cui non sia stata presa iscrizione;
  • tassa e contributo universitario per l'anno accademico a cui lo studente intende prendere iscrizione e/o sostenere esami.

 

A partire dall'a.a. 2012/13, in applicazione al Decreto legislativo 68/2012 e nelle more della modifica del Regolamento Didattico di ateneo, l’interruzione degli studi universitari si realizza solo se lo studente non rinnova l’iscrizione (non effettua cioè il pagamento della prima rata) e sospende la sua attività per almeno due interi anni accademici. Non è possibile interrompere gli studi nei corsi aventi durata legale/normale pari o inferiore al suddetto intervallo. Nel periodo di interruzione gli studenti non possono compiere atti di carriera scolastica: in tale caso, tali atti saranno annullati d’ufficio a meno che lo studente non regolarizzi la sua posizione con il pagamento delle tasse universitarie dovute per l’anno accademico a cui tali atti sono riferiti. Gli studenti che abbiano interrotto gli studi universitari, qualora intendano esercitare i diritti derivanti dall’iscrizione, devono presentare un’istanza in carta legale indirizzata al Magnifico Rettore con cui chiedono la ricognizione della qualità di studente, ed effettuare i seguenti versamenti:
- eventuale saldo delle tasse universitarie relative all’ultimo anno accademico in cui è stata presa iscrizione; - pagamento di un diritto fisso pari a 200,00 Euro per ogni anno accademico in cui non sia stata presa iscrizione;
- tassa e contributo universitario per l’anno accademico a cui lo studente intende prendere iscrizione e/o sostenere esami.
La semplice posticipazione, operata dallo studente, del pagamento di una delle rate delle tasse universitarie entro l’anno accademico a cui esse si riferiscono, non costituisce interruzione degli studi, ma semplice ritardo nel pagamento, a causa del quale sarà addebitata l’indennità prevista dall'Avviso aggiuntivo relativo a tasse, contributi ed esoneri.
 

Sospensione degli studi universitari


Lo studente può richiedere la sospensione degli studi per uno o più anni per iscriversi e frequentare corsi di studio presso università estere ovvero nel caso di ammissione ad un corso di specializzazione o di dottorato di ricerca.

Lo studente ha inoltre facoltà di sospendere gli studi per l'intero anno nel caso di servizio militare, servizio civile, maternità, ricovero ospedaliero superiore a tre mesi continuativi. Nel periodo di sospensione degli studi lo studente non paga tasse universitarie e non può sostenere alcun tipo di prova d'esame.

 

Credits