Vai ai contenuti
Home page Università di Udine
Corsi di laurea Mappa del sito Dipartimenti URP Help desk Sistema bibliotecario Cercapersone Servizi informatici
Home Informazioni amministrative Rinuncia agli studi
Dimensione del testo: A A A A

Scuola Superiore dell'Università

Dopo la triennale

Formazione degli insegnanti

Tasse e Contributi Studenti

Corsi singoli

Sistema Bibliotecario d'Ateneo

Strutture speciali

Centri di servizio

Centro Polifunzionale di Pordenone

Centro Polifunzionale di Gorizia

Rapporti con Istituti scolastici superiori

La valutazione della didattica

Rinuncia agli studi

Documenti

 

Lo studente può rinunciare in qualsiasi momento agli studi intrapresi. La rinuncia deve essere manifestata con atto scritto in modo chiaro ed esplicito senza l’apposizione sulla medesima di condizioni, termini e clausole che ne restringano l’efficacia. La modulistica è reperibile presso gli sportelli dell’Area Servizi per la didattica o sul sito web dell’ateneo. Non è prevista ad alcun titolo la restituzione di quanto versato ai fini dell’iscrizione dallo studente che presenti formale istanza di rinuncia agli studi.
La rinuncia è irrevocabile e deve essere manifestata con atto scritto in modo chiaro ed esplicito senza l'apposizione sulla medesima di condizioni, termini e clausole che ne restringano l'efficacia.
Lo studente che abbia rinunciato agli studi può ottenere i certificati relativi alla carriera percorsa.
Per presentare la dichiarazione di rinuncia agli studi lo studente deve utilizzare l'apposito modulo in carta legale (marca da bollo secondo legge vigente) a disposizione presso gli sportelli dell'Area Servizi per la Didattica, allegando il libretto universitario. 
Qualora venga presentata tramite terze persone, oppure utilizzando i servizi postali, la dichiarazione di rinuncia deve essere accompagnata da una fotocopia di un valido documento di identità.

 

Studenti decaduti e rinunciatari

 

L’Università degli Studi di Udine ha modificato il proprio Regolamento Didattico di Ateneo in relazione agli effetti giuridici della decadenza dalla qualità di studente e della rinuncia agli studi.

Ritenendo di perseguire in tal modo il principio della formazione continua, nello spirito indicato dalla riforma degli ordinamenti didattici universitari, si è stabilito che la decadenza e la rinuncia non comportino più la cancellazione irrevocabile degli atti di carriera, con particolare riferimento agli esami superati ed ai crediti acquisiti.
Alla luce di tale modifica, coloro che in passato siano incorsi in decadenza o abbiano rinunciato agli studi possono presentare istanza di immatricolazione con abbreviazione di corso, chiedendo il riconoscimento della carriera pregressa in termini di crediti didattici.
 
La convalida di atti di carriera relativi a precedenti carriere scolastiche è subordinato al pagamento delle tasse di iscrizione previste nel corso di studi in cui lo studente ha sostenuto gli atti di cui chiede il riconoscimento. Pertanto, se lo studente rinuncia agli studi ma non ha pagato tutte le tasse dovute per l’anno accademico a cui si riferiscono gli atti di carriera, anche in caso di nuova iscrizione non potrà ottenere il riconoscimento degli esami eventualmente sostenuti nella carriera scolastica precedente, in quanto quegli atti sono formalmente nulli .
 
Contestualmente alla domanda di immatricolazione, gli studenti che hanno interrotto gli studi presso altre Università devono autocertificare in carta libera gli esami sostenuti con le relative votazioni oppure presentare un certificato in originale ed in bollo che riporti tutti gli esami sostenuti. Qualora la Facoltà lo ritenesse opportuno, allo studente potrà essere chiesto di allegare anche i programmi degli esami sostenuti.
E’ necessario precisare, tuttavia, che non vi è alcun obbligo di riconoscimento automatico da parte dei competenti organi didattici delle Facoltà; essi procederanno al riconoscimento in assoluta discrezionalità, tenendo conto della validità o dell’eventuale obsolescenza dei contenuti delle attività formative di cui si chiede il riconoscimento.
 

 

Credits