Vai ai contenuti
Home page Università di Udine
Corsi di laurea Mappa del sito Dipartimenti URP Help desk Sistema bibliotecario Cercapersone Servizi informatici
Home DISG Ricerca
Dimensione del testo: A A A A

Home DISG

Persone

Avvisi

Dottorati

Master

Ricerca

Multimedia Eventi

Link

Area riservata

Piano Annuale delle Ricerche English version

Arcangelo Gabriele, Castello di Udine, opera di Vincenzo Pollame (1540) © Arcangelo Gabriele, Castello di Udine, opera di Vincenzo Pollame (1540) ©

 

Durante l’anno accademico 2010/2011 l’attività di ricerca del Dipartimento di Scienze Giuridiche si è concentrata prevalentemente su alcune tra le tematiche che vengono di seguito indicate. Parte delle stesse verranno ulteriormente approfondite nel corso dell’a.a. 2011/2012 che vedrà anche l’inizio e/o lo sviluppo dello studio di temi nuovi, anch’essi menzionati nel prosieguo della presente relazione.


Area storico - politico - filosofica

Danni non patrimoniali nella sentenza del giudice privato nel diritto romano; il giudicato nel diritto romano.
Biografie dei seguenti giuristi: Guizzardino da Bologna, Francesco Ramponi, Lambertino Ramponi; studi sulla figura e sulla produzione giuridica di Giovanni da Legnano e di Francesco Mantica; l’incesto nell’età del diritto comune.
Italia ed Europa nel federalismo liberale di Luigi Einaudi; la collaborazione territoriale europea: dall’Euroregione al GECT; l’allargamento dell’UE ai Balcani occidentali: sfide e opportunità per la Regione Friuli Venezia Giulia.
La rappresentanza politica: sua evoluzione e trasformazione; Costituzione e potere costituente; la rappresentanza politica come problema filosofico; il problema dei fondamenti dell’ordine giuridico-politico, con particolare riferimento alla questione della modernità, dei valori e del rapporto tra memoria storica e diritto naturale; gli aspetti processuali dell’amministrazione della giustizia con particolare riferimento alla dottrina del giudizio; il rapporto tra giudizio, giustizia e bene comune; la metodologia del giudizio; il tomismo metodologico; il pensiero giusfilosofico e metodologico di Juan Vallet de Goytisolo; la relazione tra la concezione tomistica del diritto e la tradizione aristotelica;il diritto naturale con particolare riferimento alle questioni sul ragionamento politico e giuridico, alle modalità della razionalità pratica, ai suoi rapporti con il libero arbitrio e con la libertà politica, alle possibilità della sua rappresentabilità; la teoria della libertà il Kant e la sua ripresa critica da parte di Cornelio Fabro; presupposti metafisici della concezione liberale dell’azione e della sua rappresentabilità; la natura del rapporto individuo/autorità politica in riferimento alle sfere d’azione individuale e della sua rappresentabilità; le diverse concezioni della persona e delle sue libertà; questioni di filosofia della mente e di spiegazione scientifica delle facoltà cognitive e volitive umane.

 

Area privatistica

Crisi occupazionale, povertà “relativa” dei lavoratori discontinui e riforme del mercato del lavoro e del Welfare; servizi per l’impiego e avviamento al lavoro con particolare riferimento alle novità introdotte dalla L. n. 183/2010; politiche per il lavoro e politiche per la famiglia con particolare riferimento alla delega contenuta nella L. n. 183/2010; il patto di prova; la tutela della disoccupazione totale; etica e lavoro; la riforma Gelmini e il lavoro nell’Università;
il diritto a morire con dignità: uno studio comparativo; il danno da pericolo: uno studio comparativo; profili giuridici della biomedicina: ricerca scientifica e diritto; gli atti discriminatori e i rimedi giurisdizionali esperibili; le unioni di fatto; matrimonio tra persone dello stesso sesso; il danno esistenziale; liquidazione del danno non patrimoniale; la tutela del consumatore con particolare riferimento alla disciplina dei servizi turistici ed ai rimedi contro le clausole abusive; la disciplina delle donazioni a nascituri e delle donazioni obnuziali; la tutela dei minori in un’ottica di valorizzazione delle Convenzioni internazionali in materia; la disciplina del patto di famiglia; diritti umani; pubblicità dei regimi patrimoniali dei coniugi nel sistema tavolate e nel sistema della trascrizione; il danno non patrimoniale; il contratto di comodato; fondo patrimoniale ed autonomia privata; beni frutti e pertinenze con particolare riguardo alla disciplina speciale in materia di parcheggi; disciplina del pagamento; i rapporti contrattuali con una parte complessa;
“corporate governance” e modelli di prevenzione dei reati;trasformazione di società di persone in società di capitali; analisi degli artt. 2343-quater, 2440 e 2443 c.c.; l’aumento del capitale sociale nella s.r.l.; privatizzazioni e azionariato pubblico; prescrizione dell’azione sociale verso l’amministratore delegato nelle società per azioni; il contenzioso in materia assicurativa;
analisi degli articoli del Codice Civile dal 194 al 215 della legge fallimentare dal 194 al 215; i patrimoni destinati nella nuova disciplina concorsuale; i poteri del giudice dell’omologazione tra eterotutela dei creditori e “privatizzazione” della procedura; le riforme più recenti del diritto fallimentare con particolare riferimento all’insolvenza e alla crisi d’impresa, alla prededucibilità dei crediti e agli accordi di ristrutturazione dei debiti (art. 48 D.L. 78/2010);
la navigazione da diporto; trasporto e sistema economico; storia del diritto marittimo e diritto commerciale; contratti di utilizzazione della nave e dell’aeromobile; il noleggio di aeromobile; responsabilità degli operatori del trasporto; il diritto ferroviario; il volo da diporto o sportivo; sanzioni amministrative e condizioni soggettive rilevanti nel codice della strada; il code sharing;
il rapporto dialettico tra agricoltura e ambiente con particolare riferimento al Codice dell’ambiente; i vincoli agroambientali di vecchia e nuova generazione; la responsabilità civile dell’impresa agroalimentare; sicurezza e coordinamento delle esigenze alimentari con quelle energetiche: un modello giuridico in formazione; dinamiche competitive tra usi della terra destinati alla produzione di alimenti e usi destinati alla produzione di energie rinnovabili; la bonifica integrale; politica agricola comune alla luce del TUE dopo la riforma di Lisbona; la disciplina giuridica dei frutti spontanei; the rapid alert system; l’utilizzazione agronomica dei reflui; artigianato alimentare; affitto e gestione produttiva del fondo rustico; il bilanciamento delle esigenze connesse alla food safety con quelle della food security e della produzione di agroenergia; l’etichettatura dei prodotti alimentari.

Area pubblicistica

I concetti di “famiglia reale” e “casa reale”; sul “primato” del diritto comunitario e diritto per i singoli Stati di “recedere” dall’Unione; dalla c.d. “Costituzione europea” al “Trattato di Lisbona”; la figura e l’opera di Francesco Carnelutti; il principio di sussidiarietà; diritto regionale e diritto costituzionale: fonti e giustizia costituzionale;
la disciplina costituzionale del procedimento legislativo analizzata in rapporto agli altri modelli procedimentali (in primis il procedimento amministrativo) con attenzione alle istanza che provengono da soggetti esterni (sul modello delle lobbies statunitensi e comunitarie); le funzioni delle assemblee elettive con particolare riferimento ai consigli regionali; il procedimento elettorale e la disciplina del contenzioso elettorale; le convenzioni costituzionali come regole interpretative a prescrittività indiretta; la c.d. organizzazione amministrativa delle Regioni; la libertà di insegnamento; l’autonomia delle Università e delle istituzioni di alta cultura; la questione del valore legale del titolo di studio; analisi dei verbali dell’Assemblea Costituente e formulazione della degli articoli della Costituzione economica; la “nuova” Costituzione economica; principi costituzionali in materia economica; i servizi pubblici a rete; interventi della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia nell’ambito della potestà primaria in materia di “ordinamento degli enti locali”; l’attuazione a livello regionale della normativa in tema di valorizzazione dei beni culturali;
il pluralismo nella transizione costituzionale dell’area balcanica; il consolidamenti democratico dei Paesi dell’Europa Centro Orientale e Balcanica; magistrati, formazione e organi dell’amministrazione giudiziaria: uno studio comparato; l’indipendenza della magistratura e il ruolo dei Consigli di giustizia; l’ordinamento italiano e la Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali; le forme della cittadinanza: tra cittadinanza europea e cittadinanza nazionale; il rapporto tra la questione incidentale di costituzionalità e il rinvio pregiudiziale alla Corta di Giustizia dell’Unione Europea; il governo locale tra uniformità e differenziazione; i processi di decentramento del potere pubblico all’interno dei singoli ordinamenti europei; l’elaborazione giurisprudenziale del Tribunale costituzionale federale austriaco; la protezione delle lingue minoritarie; gli Stati dell’Unione Europea e le lingue; fonti giuridiche croate in materia di beni culturali e inventario degli atti del Comune di Zara 1890-1920 e del carteggio Tommaseo-Artale; fonti giuridiche croate in materia di biblioteche e inventariazione del Fondo Millo (1918-1921), degli atti del Capitano di Zara (1772-1797) e del Consultor fiscale veneto (1789-1797); missioni di pace e guerra internazionale; le Euroregioni;
l’organizzazione, il procedimento e l’attività contrattuale della P.A.; problematiche connesse al processo di informatizzazione della P.A. (e-government e e-democracy); la giustizia amministrativa; il processo di integrazione europea; analisi della giurisprudenza costituzionale sul Titolo V Parte II della Costituzione; il sistema delle autonomie locali tra efficienza amministrativa e rappresentanza delle comunità; il federalismo come metodo di governo; le problematiche giuridiche relative all’attuazione di forme associative tra enti locali con particolare riferimento ai gruppi europei di cooperazione territoriale (GECT); il parternariato pubblico-privato (PPP); le forme atipiche di raccordo tra pubblico e privato per ciò che attiene al settore del governo del territorio; la cooperazione territoriale come risorsa economica; il divieto di analogia e l’antigiuridicità nelle sanzioni amministrative;
le possibili forme di sviluppo giuridico della cd. Unione per il Mediterraneo; lo spazio mediterraneo della mobilità, assetti organizzativi, concorrenza e regolazione delle infrastrutture strategiche; principi comunitari e politica per lo sviluppo portuale infrastrutturale; i diritti degli utenti e la regolazione del mercato; user’s rights and market regulation; la tutela dell’unità familiare, la nozione di famiglia, divorzio e separazione, i regimi patrimoniali fra coniugi, il trattamento delle famiglie di fatto e dei parternariati registrati, la tutela del minore nella famiglia nel diritto internazionale privato interno e comunitario; il tema della “comunitarizzazione” del diritto internazionale privato; i servizi di interesse generale (SGI) e i servizi di interesse economico generale (SGEI); il mercato interno comunitario e la libera circolazione di cittadini e stranieri; la questione dell’applicazione delle regole di concorrenza alle professioni liberali, con particolare riferimento alla professione di avvocato;
il federalismo fiscale; analisi della giurisprudenza delle Commissioni tributarie provinciali e regionali; l’evoluzione della disciplina sostanziale e procedimentale dell’imposizione di massa in particolare in materia di tributi sui redditi, IVA e registro; l’abuso del diritto nella teoria dell’imposta e l’ultimo orientamento della Suprema Corte; il giudicato tributario; sindacabilità dei costi da parte dell’amministrazione finanziaria sotto il profilo “dell’antigiuridicità”; ambiti di tutela avverso atti emessi ad esito di istanze di interpello del contribuente;
l’irregolare acquisto di azioni; la disciplina penale degli abusi di mercato; la bancarotta nella giurisprudenza delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione; bancarotta fraudolenta e liquidatore concordatario; la tutela del paesaggio nelle leggi penali internazionali; cirtica del diritto; la responsabilità degli enti per i reati colposi in tema di infortuni sul lavoro;
le impugnazioni nel processo penale; le squadre investigative comuni (Joint Investigation Teams); la storia del processo penale italiano con particolare riferimento al valore da riconoscere alle precedenti dichiarazioni del testimone che in dibattimento fornisca una versione dei fatti difforme da quella resa durante le indagini preliminari; l’analisi dell’evoluzione del processo penale nell’età repubblicana con specifico riguardo alle diverse configurazioni del diritto di difesa; la ragionevole durata della custodia cautelare; l’interesse ad impugnare;
la sentenza condizionata nel processo civile; le azioni di enunciazione; il principio della ragionevole durata del processo.

 

Credits