Vai ai contenuti
Home page Università di Udine
Corsi di laurea Mappa del sito Dipartimenti URP Help desk Sistema bibliotecario Cercapersone Servizi informatici
Home CIP
Dimensione del testo: A A A A

Presentazione

Notizie del Centro

Seminari del Centro

Convegni - Call for papers

Organi Istituzionali

Programmi realizzati

Mediterraneo plurilingue

Attività di ricerca

Pubblicazioni

Minoranze linguistiche

Biblioteca

Risorse ON-LINE

Università di Udine

Home page

Palazzo Falconieri Palazzo Falconieri

Il Centro Internazionale sul Plurilinguismo (C.I.P.) dell'Università degli Studi di Udine è un'istituzione scientifica il cui scopo consiste nel promuovere la ricerca e coordinare la raccolta di dati per favorire lo scambio di informazioni e di esperienze relative al tema del plurilinguismo.

 

 

 

 

Martedì 1 luglio alle 17.30 la dott.ssa Natalia Rusnáková dell'Università 'Costantino il Filosofo' di Nitra (Slovacchia) parlerà sul tema: "Gli italianismi nel fondo lessicale della lingua slovacca odierna".

 

Questo un abstract del suo seminario:

I contatti fra le lingue avvengono in vari modi. Lo slovacco e l’italiano, anche se possono sembrare distanti nello spazio geografico, hanno sempre mantenuto un contatto abbastanza stretto nei diversi periodi storici. Recentemente gli scambi interlinguistici sono diventati anche più frequenti: mentre nel passato lo slovacco ha adottato molti termini italiani provenienti dal mondo bancario, del commercio e delle professioni, così come dall’ambito dell’arte e dell’architettura, oggi i nuovi prestiti lessicali dall’italiano sono legati soprattutto al settore della gastronomia. Il seminario vuole presentare soprattutto i lessemi di origine italiana (o trasmessi dall’italiano) di uso quotidiano in quanto risultano i più interessanti dal punto di vista dell’evoluzione della lingua slovacca. I prestiti diffusi nella lingua standard, e nelle varianti colloquiale e dialettale, nonché nei linguaggi specialistici possono rappresentare la porta d’accesso all’apprendimento bilingue e plurilingue cui mira l’acquisizione linguistica. Il fondo comune fra italiano e slovacco può creare anche una piattaforma culturale di contatto su cui potrebbe essere possibile basare non solo la motivazione dell’apprendimento della lingua straniera, ma anche il futuro sviluppo specialistico degli studenti.