Vai ai contenuti
Home page Università di Udine
Corsi di laurea Mappa del sito Dipartimenti URP Help desk Sistema bibliotecario Cercapersone Servizi informatici
Home CIP
Dimensione del testo: A A A A

Presentazione

Notizie del Centro

Seminari del Centro

Convegni - Call for papers

Organi Istituzionali

Programmi realizzati

Mediterraneo plurilingue

Attività di ricerca

Pubblicazioni

Minoranze linguistiche

Biblioteca

Risorse ON-LINE

Università di Udine

Home page

Palazzo Falconieri Palazzo Falconieri

Il Centro Internazionale sul Plurilinguismo (C.I.P.) dell'Università degli Studi di Udine è un'istituzione scientifica il cui scopo consiste nel promuovere la ricerca e coordinare la raccolta di dati per favorire lo scambio di informazioni e di esperienze relative al tema del plurilinguismo.

 

 

Mercoledì 16 aprile alle ore 17.30, presso la Sala Riunioni del Centro, la prof.ssa Mara Santi (dell’Università di Gent), parlerà sul tema ‘Corro ergo sum. Temi, strutture e auto riflessione nella narrativa di Covacich’.

 

Questa un’anticipazione del seminario:

 I romanzi di Mauro Covacich possono essere definiti come “testi di testi”, ossia testi che nascono da una tecnica di montaggio basata sull’alternanza di sequenze narrative parzialmente (o potenzialmente) autonome. Nel caso della cosiddetta pentalogia (/A perdifiato/, /Fiona/, /Prima di sparire/, /L’Umiliazione delle stelle/, /A nome tuo/) ci troviamo, inoltre, di fronte a un macrotesto tenuto insieme da un filo concettuale sottoposto a uno sviluppo ricorsivo e sintetizzato nella performance della maratona corsa su un tapis roulant. Questa corsa, ridotta a gesto estetico e senza vero movimento, ossia senza spostamento, è immagine della tensione senza scopo verso una perfezione impossibile per l’uomo e servirà, nel corso dell’incontro, da un lato a illustrare l’evoluzione della tecnica narrativa dello scrittore, dall’altro lato a introdurre la componente auto riflessiva della sua prosa. L’auto riflessione autoriale, contestualizzata in una più ampia tendenza della prosa contemporanea, verrà intesa non solo come ricerca di identità da parte dell’individuo (in sé sempre connessa al confronto con il limite) ma anche come riflessione sull’atto della scrittura.


 

 

 

 
Credits