Vai ai contenuti
Home page Università di Udine
Corsi di laurea Mappa del sito Dipartimenti URP Help desk Sistema bibliotecario Cercapersone Servizi informatici
Home CIP Minoranze linguistiche MINORANZE LINGUISTICHE
Dimensione del testo: A A A A

Presentazione

Notizie del Centro

Seminari del Centro

Convegni - Call for papers

Organi Istituzionali

Programmi realizzati

Mediterraneo plurilingue

Attività di ricerca

Pubblicazioni

Minoranze linguistiche

Biblioteca

Risorse ON-LINE

Università di Udine

MINORANZE LINGUISTICHE

Premessa

 


Si riportano qui di seguito una serie di leggi e provvedimenti che riassumono la tutela delle lingue minoritarie in campo rispettivamente internazionale, europeo, nazionale e regionale.
Si tratta di un insieme di testi normativi scorrendo i quali si può ripercorrere la prima embrionale presa di coscienza del problema, la fissazione dei principi portanti della salvaguardia di questo prezioso patrimonio linguistico, la formulazione di norme ora generali ora particolari finalizzate all’applicazione dei dispositivi di tutela.
Come si può vedere, mentre la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo si limita all’indicazione generale del problema nella cornice di quella che potremmo definire “le libertà e i diritti della persona e dei gruppi sociali”, la normativa europea entra maggiormente nel dettaglio ed è diventata un punto di riferimento ineludibile per le rispettive legislazioni nazionali che hanno via via dato attuazione a quei principi. Anzi diremo di più. Il presupposto del rispetto delle parlate minoritarie è diventato uno dei criteri fondamentali perché venga espresso il parere favorevole all’adesione di ulteriori Paesi all’Unione Europea: per fare un solo esempio, il fatto che la Turchia abbia introdotto la previsione della tutela della minoranza curda (agosto 2002) è uno degli elementi che potrebbe favorirne l’entrata nell’Unione Europea. Infatti l’avvio stesso del processo negoziale preliminare all’ammissione di nuovi Paesi all'Unione Europea avviene non appena il Paese candidato, oltre a presentare determinati requisiti economici di stabilità economica, abbia raggiunto un assetto istituzionale tale da garantire il rispetto della democrazia, dello stato di diritto e dei diritti dell'uomo nonché il rispetto e la tutela delle minoranze (Consiglio Europeo, Copenhagen, giugno 1993).


________________________

 


 


 


LEGISLAZIONE INTERNAZIONALE


Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo (1948)

Atto finale della Conferenza di Helsinki sulla sicurezza e la cooperazione in Europa (1975)
 

LEGISLAZIONE EUROPEA


PARLAMENTO EUROPEO
Le risoluzioni Arfè (1981), Kuijpers (1987), Killilea (1994)

CONSIGLIO D’EUROPA
Carta europea delle lingue regionali o minoritarie (1992)
Convenzione-quadro per la protezione delle minoranze nazionali (1995)

 

LEGISLAZIONE ITALIANA


La Costituzione della Repubblica Italiana (1948)

Legge 15 dicembre 1999, n. 482 “Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche”

Regolamento di attuazione della Legge 482/1999

Legge 23 febbraio 2001, n.38 “Norme a tutela della minoranza linguistica slovena della regione Friuli-Venezia Giulia”


‘SCHEDE’ SULLE MINORANZE TUTELATE DALLA LEGGE 482/1999

 

 

Varietà linguistiche escluse dalla tutela legislativa: eteroglossie interne; minoranze diffuse; nuove minoranze.
Inquadramento e commento


‘schede’ sui galloitalici

Prese di posizione a favore dei Galloitalici
‘scheda’ sui tabarchini

Prese di posizione a favore dei Tabarchini

Proposta di legge n. 320
Modifica dell’articolo 2 della legge 15 dicembre 1999, n. 482, recante
norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche
Presentata il 3 giugno 2003

 

LEGISLAZIONE REGIONALE
FRIULI-VENEZIA GIULIA
Statuto della Regione Friuli-Venezia Giulia

Legge regionale 22 marzo 1996, n. 15 “Norme per la tutela e la promozione della lingua e della cultura friulane e istituzione del servizio per le lingue regionali e minoritarie”

Legge regionale 15 febbraio 1999, n.4 “Disposizioni per la formazione del bilancio pluriennale ed annuale della Regione (Legge finanziaria 1999) ”
Tutela e valorizzazione del patrimonio linguistico e culturale delle comunità locali di cultura germanofona

SARDEGNA
Legge regionale 15 ottobre 1997, n. 26 “Promozione e valorizzazione della cultura e della lingua della Sardegna”

SICILIA
Legge regionale 9 ottobre 1998, n. 26 “Provvedimenti per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio storico, culturale e linguistico delle comunità siciliane di origine albanese e delle altre minoranze linguistiche”

MOLISE
Legge regionale 14 maggio 1997, n. 15 “Tutela e valorizzazione del patrimonio culturale delle minoranze linguistiche nel Molise”

BASILICATA
Legge regionale 9 novembre 1998, n. 40 “Norme per la promozione e tutela delle Comunità Arbereshe in Basilicata”

PIEMONTE
Legge regionale 10 aprile 1990, n. 26 “Tutela, valorizzazione e promozione della conoscenza dell'originale patrimonio linguistico del Piemonte”

CALABRIA
Legge regionale 30 ottobre 2003, n. 15 “Norme per la tutela e la valorizzazione della lingua e del patrimonio culturale delle minoranze linguistiche e storiche di Calabria”
 

 

Credits