Vai ai contenuti
University of Udine home page
Sitemap Accessibility URP Help desk Libraries Searchpeople IT Services
Home Incoming mobility Prima dell'arrivo / Before arrival Domanda di visto
Dimensione del testo: A A A A

Benvenuto! / Welcome!

Perchè studiare a Udine / Why study in Udine?

Corso Estivo di Lingua e Cultura Italiana / Italian Summer Course

Servizio Studenti Internazionali / International Student Service

Processo di registrazione / Registration process

Prima dell'arrivo / Before arrival

Alloggio a Udine / Accommodation in Udine

Vivere a Udine / Living in Udine

Esse3

Tabella voti ECTS / ECTS labels

Prolungamento del periodo di studio / Extension of the Study Period

Modifiche piano di studi / Changes to original proposed Learning agreement

Prima della partenza da Udine / Before leaving Udine

Rassegna stampa ISS Press review

Domanda di visto English version

Procedure di ingresso per studenti stranieri

 

Visti di ingresso

A seconda della cittadinanza, il tuo paese di residenza, la durata e il motivo del soggiorno, può essere necessario richiedere il visto di ingresso in Italia.

Per richiedere un visto di studio è necessario rientrare in uno dei seguenti gruppi:

1) iscrizione in un ateneo italiano;

2) borse di studio;

3) noviziato religioso / formazione;

4) assistenza tecnica e formazione professionale dopo la scuola dell'obbligo.

 

Per periodi inferiori ai 90 giorni

Dal 1 ° settembre 2010, studenti provenienti da molti paesi terzi non dovranno più richiedere un visto per entrare in Italia per motivi di studio.

Questi stati sono: Andorra, Argentina, Australia, Bolivia, Brasile, Brunei, Bulgaria, Canada, Cile, Cipro, Corea del Sud, Costa Rica, Croazia, Ecuador, El Salvador, Estonia, Giappone, Guatemala, Honduras, Israele, Lettonia, Lituania , Malesia, Malta, Messico, Monaco, Nicaragua, Nuova Zelanda, Panama, Paraguay, Polonia, Rep. Ceca, Romania, San Marino, Santa Sede, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Stati Uniti d'America, Svizzera, Ungheria, Uruguay, Venezuela, oltre ad alcuni amministrativo regioni di altri paesi.

Al fine di aiutarvi a scoprire se abbiate o meno bisogno di un visto di ingresso, siete invitati a consultare il database ufficiale del Ministero degli Affari Esteri italiano. Selezionando la vostra nazionalità, luogo di residenza, la durata del soggiorno in Italia e il motivo della visita, il database vi fornirà tutte le informazioni necessarie per l'applicazione. Se si ha bisogno di richiedere un visto è necessario seguire le indicazioni fornite nella sezione seguente "Per periodi di studio superiori a 90 giorni".

Per periodi superiori ai 90 giorni - Visto per motivi di studio di tipo ‘D’

 

Cosa fare per richiedere un visto

Prima di presentare domanda di visto per motivi di studio, vi consigliamo di verificare la documentazione richiesta disponibile sul sito web del Ministero italiano per gli affari esteri. È possibile utilizzare il seguente elenco come indicazione generale dei documenti richiesti:

- modulo di domanda di visto (vedi il modello);

- passaporto valido o documento di viaggio (valido per almeno tre mesi dopo la data di scadenza del visto);

- una fototessera;

- prova di reddito sufficiente;

- biglietti di viaggio;

- assicurazione malattia *;

- dichiarazione di disponibilità di alloggio idoneo in Italia, così come i fondi necessari per il rimpatrio, eventualmente supportato da un biglietto aereo di ritorno.

L'istituzione italiana ospitante vi fornirà una lettera di invito ufficiale, che dovrete portare con voi presso gli Uffici diplomatici italiani nel vostro paese di appartenenza o nel paese di residenza permanente. Questa lettera può anche contenere la dichiarazione per quanto riguarda l'alloggio in Italia se richiesto tramite l'istituto ospitante.

* L'assicurazione sanitaria privata richiesta (valida per l'intero periodo di permanenza) deve:

- coprire le spese in caso di trattamenti di emergenza e / o ricovero urgente in ospedale (ingresso tramite il pronto soccorso ospedaliero);

- coprire l'intera durata del soggiorno in Italia;

- essere valida per il territorio di tutti gli Stati membri che attuino pienamente il trattato di Schengen;

- garantire il rimpatrio del contraente in caso di malattia grave;

- essere tradotta in italiano e autenticata dall'Ambasciata italiana / Consolato.

Siete pregati di verificare che l'Ambasciata Italiana abbia apposto un timbro sulla lettera di invito o modulo di pre-iscrizione. Una volta timbrato uno di questi documenti, possono essere utilizzati per richiedere il permesso di soggiorno una volta arrivati in Italia!

 

Dove richiedere il visto

Si prega di verificare l'elenco delle Ambasciate e dei Consolati italiani disponibile sul sito del Ministero degli Affari Esteri.

 

Quanto costa

Non vi è alcuna tassa prevista per il rilascio di visto per studenti.

 

Alcuni consigli...

Dopo aver controllato i documenti richiesti per un visto sul database fornito dal Ministero degli Affari Esteri italiano, contattate l'Ambasciata Italiana o Consolati e controllate nuovamente le loro esigenze.

 

Ulteriori informazioni

Ricordatevi di portare con voi un estratto conto bancario dimostrando di avere sufficienti mezzi di sostentamento, poiché questo è uno dei documenti necessari per il permesso di soggiorno, una volta arrivati. Se non si dispone di un documento che indichi una borsa di studio o simili, è necessario mostrare un estratto conto del vostro conto corrente fornendo i propri dati personali e i dettagli della Banca. Se si condivide un conto corrente con i genitori, è necessario allegare una dichiarazione al loro estratto conto, affermando di essere in possesso del consenso all'utilizzo del loro conto corrente (affidavit). L'estratto conto deve essere originale.

Per ogni ulteriore informazione consultare il sito web del Ministero italiano degli Affari Esteri.

 

Novità! Area Schengen viaggio *

Se si dispone di un visto per lunga permanenza (visto di tipo D, cioè valido per più di 90 giorni) e di un permesso di soggiorno, si può viaggiare liberamente per un periodo di massimo 90 giorni nell'arco di un periodo di 6 mesi negli altri Stati Schengen*. Si ricorda di segnalare la vostra presenza alle autorità di polizia nel territorio degli altri Stati Schengen entro 3 giorni lavorativi dall'ingresso.

*Stati Schengen: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia, Islanda, Norvegia, Slovenia, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria e Malta.

 

Fonti: Ministero degli Affari Esteri Italiano, Ministero dell'Interno Italiano; Polizia Italiana.

 

Credits