• dame slider

    Corso di Dottorato di Ricerca

    Scienze biomediche e biotecnologiche
  • AdobeStock_361449961.jpeg

    Corso di Dottorato di Ricerca

    Scienze biomediche e biotecnologiche
INFORMAZIONI SU

Progetto Formativo

XXXVIII Ciclo

Il progetto formativo del dottorando consiste:

  1. nello sviluppo, sotto la guida del Supervisore, di un programma di ricerca individuale riferito ad un ambito disciplinare specifico fra quelli su cui è incentrato il Corso;
  2. nella frequenza di attività didattiche di livello dottorale complementari alla ricerca non inferiori a 20 CFU, secondo le indicazioni del Collegio. Il riconoscimento dei CFU, acquisibili frequentando insegnamenti e altre attività formative, è effettuato dal Collegio dei Docenti che autorizza la frequenza e ne valuta gli esiti.

Il Collegio dei Docenti approva per ciascun dottorando il progetto formativo. Il progetto formativo del dottorando consiste:

  1. nello sviluppo, sotto la guida del Supervisore o di Co-supervisor/Tutor, di un programma di ricerca individuale riferito ad un ambito disciplinare specifico fra quelli su cui è incentrato il Corso. Programma di ricerca e Supervisore/Co-supervisore sono definiti nel bando di concorso per l’ammissione al corso di dottorato.
  2. nella frequenza di attività didattiche di livello dottorale complementari alla ricerca non inferiori a 20 CFU. Il riconoscimento dei CFU, acquisibili frequentando insegnamenti e altre attività formative, è effettuato dal Collegio dei Docenti e/o dal Supervisore/Co-supervisore che autorizza la frequenza e ne valuta gli esiti. Le attività didattiche, che possono essere organizzate anche in comune tra più Corsi, comprendono anche attività di formazione finalizzate a supportare l’attività di ricerca e a fornire strumenti atti a delineare l’identità professionale dei futuri dottori di ricerca.

Il corso di dottorato in Scienze Biomediche e Biotecnologiche prevede l’acquisizione di:


    • con la frequenza (e il superamento delle eventuali prove finali) di corsi specialistici nell’area e nella disciplina di riferimento, scelti tra quelli programmati annualmente dal Collegio dei Docenti del corso di dottorato. I corsi teorici, i seminari, gli annual report ed i Journal club saranno condotti in modalità telematica in connessione con il CRO di Aviano.
    • Elenco delle attività previste:
      • First year courses
      • “Biosafety in Biomedical Laboratories: the biosafety practice and policy” 0.25 CFU
      • “An introduction to Confocal microscopy” 0.25 CFU
      • Bioinformatics entry level: “What I could do by knowing the genome browser” 2 CFU
      • Bioinformatics entry level: “What I could do by knowing the cBIOportal” 2 CFU
      • “Live-cell Metabolic Assay: The Seahorse” 0.25 CFU
      • Practical course in exercise physiology: “Pulmonary gas exchanges (breathing for breath); near infrared-spectroscopy; electromyography; measurements of muscle strength and power”. 2 CFU
      • NMR Course: “Protein-protein interaction: experimental strategies for large proteins.” 2CFU
      • BLSD course: basic life support and defibrillation. 1 CFU.
      • Residential course: “High-resolution respirometry on permeated muscle fibers”. 3CFU
      • BIOSTATISTICS TRAINING COURSE. Corso teorico pratico in 5 giornate. 3CFU.
    • Con la partecipazione al Summer Journal Club Course “Recent advancements in biomedicine”. 2 CFU SSD BIO/13 deve essere frequentato ogni anno (2CFUx3=6CFU totali). In alternativa per gli studenti dell’area della fisiologia dell’esercizio il Summer Journal Club Course “Recent advancements in exercise physiology (1CFUx3=3CFU totali).
    • Con la partecipazione ad un corso tenuto dal Prof. Bonavida (Professore emerito presso UCLA, Los Angeles) insieme ai colleghi PhD students americani. Gli studenti potranno approfondire temi legati al cancro e al sistema immunitario seguendo una modalità interattiva con i docenti e tra di loro, mettendoli a confronto con una realtà diversa e di sicura eccellenza scientifica. Alla fine di tale percorso saranno guidati nella stesura di un piccolo lavoro di review. 3 CFU.
    • Con la partecipazione e la frequenza degli Annual report. Gli studenti dovranno relazionare e partecipare a tutte le presentazioni, in presenza del Collegio dei Docenti sui risultati sperimentali ottenuti nell’annualità. Questa attività è calendarizzata in 4 venerdì tra settembre ed ottobre. 1 CFU totale, 0,25 CFU per giornata.
    • Con la partecipazione agli Scientific Invited Seminars: Vengono calendarizzati due gruppi di seminari su invito. Il primo nel periodo primaverile il secondo in quello autunnale. Gli “Invited Seminars” sono tenuti da scienziati di respiro internazionale per i diversi ambiti di studio del corso quali Epigenetics, DNA damage, Transcriptional control, Exercise Physiology, Bioenergentics, Proteins structure and function, the Immune System. In totale sono previsti 10 seminari/anno. Saranno acquisiti 0,2 CFU per ogni seminario frequentato.
    • Con la frequenza telematica di congressi/seminari organizzati da altri enti di ricerca e da associazioni scientifiche di riferimento per le tematiche del corso come ad esempio DNA REPAIR INTEREST GROUP VIDEOCONFERENCE visibili sulla piattaforma nih http://videocast.nih.gov. Saranno acquisiti 0,2 CFU per ogni seminario frequentato.
    • Con la frequenza al ciclo di seminari sull’Intelligenza Artificiale (AI): verrà organizzato un ciclo di seminari per far comprendere, pur a livello non specialistico, che cosa sia l’AI e che impatto ha e avrà sempre di più sulla ricerca biomedica in un prossimo futuro. A titolo di esempio la predizione delle strutture proteiche usando AlphaFold che si basa sull’AI verrà discussa. I dottorandi dopo essere stati introdotti alla tematica saranno invitati ad una discussione attiva su questo tema così pervasivo. 1 CFU.
    • Con l’attività di discussione scientifica svolta con il Reviewer esterno. Ogni dottorando sarà affiancato da un Reviewer, esterno al collegio dei docenti ed all’Università di Udine. Il Reviewer è un esperto riconosciuto, delle tematiche oggetto dell’attività di ricerca del dottorando. Lo studente di dottorato dovrà incontrare il Reviewer verso la fine di ogni anno per discutere, dopo aver presentato i propri dati sperimentali, sui possibili sviluppi della ricerca. L’incontro può essere gestito anche per via telematica utilizzando tecnologie appropriate (Skype). Il Reviewer è nominato dal collegio dei docenti e dovrà fornire un giudizio sul progetto, sullo studente e sull’attività di ricerca del dottorando. (0,5 CFU).
    • Con la partecipazione e la frequenza ai Lab meeting del gruppo di ricerca. Sono previsti 0,1 CFU per ogni lab-meeting per un massimo di 2 CFU/anno.
    • Con la partecipazione a congressi scientifici nazionali od internazionali. Sono previsti 1CFU/giorno (8 ore) per la partecipazione a congressi o a corsi di formazione attinenti alle tematiche del dottorato. La partecipazione ad almeno un congresso nel corso del triennio è obbligatoria.
    • Con la frequenza (e il superamento delle eventuali prove finali) di corsi specialistici nell’area e nella disciplina di riferimento organizzati da altre università/enti di ricerca/imprese. Il Collegio dei Docenti e/o Supervisore/Co-supervisore valutano l'idoneità di tali attività rispetto agli obiettivi di formazione e ricerca dello studente e stabilisce il numero di crediti da assegnare.
    • Con attività di disseminazione sul territorio, in particolare verso gli studenti degli ultimi anni delle scuole superiore, su tematiche fortemente innovative in ambito biomedico. Questa attività sarà organizzata in tre fasi supervisionate. La prima fase di ricerca bibliografica e discussione da parte dei dottorandi in gruppo, una seconda di disseminazione e discussione all’interno del dipartimento e infine la disseminazione nelle scuole. L’attività vuole aumentare la consapevolezza dei dottorandi su importanti temi biomedici con forti risvolti sociali (ad esempio in genome editing, intelligenza artificiale) e permettergli di sviluppare competenze di comunicazione anche verso un pubblico non specialista. Inoltre il confronto tra i dottorandi e all’esterno permette lo sviluppo di uno sguardo trasversale ai problemi, aspetto fondamentale nella maturazione di un futuro ricercatore. 3CFU
    • Presso il sito del corso di dottorato saranno calendarizzate tutte le attività formative organizzate e/o suggerite dal corso di dottorato. Le stesse attività saranno comunicate agli studenti e ai membri del collegio via email.
    • Con la frequenza (e il superamento delle eventuali prove finali) di corsi/seminari trasversali, scelti tra quelli programmati annualmente dall’Area Servizi per la Ricerca (ARIC) nelle aree Research, Career development, Communication Cognitive and Interpersonal, Digital, Enterprise, Mobility. I corsi programmati per l’anno in corso, con indicazione dei CFU attribuiti, saranno disponibili presso il sito dell’ARIC.
    • Per il corso Mobility: Conoscenza della lingua inglese (5 CFU). Per accedere al corso è necessario disporre di un livello B2 di conoscenza della lingua inglese. L’accreditamento di un livello C1 di conoscenza della lingua, ovvero aver studiato (avendo superato degli esami) per almeno un anno scolastico/accademico in un paese di lingua inglese ed in istituzioni con lingua ufficiale inglese, garantisce l’acquisizione dei CFU.
    • Con la frequenza (e il superamento delle eventuali prove finali) di corsi/seminari/convegni organizzati dall’Ateneo. Il Collegio dei Docenti e/o Supervisore/Co-supervisore valutano l'idoneità di tali attività rispetto agli obiettivi di formazione e ricerca dello studente e stabilisce il numero di crediti da assegnare.
    • Con la frequenza (e il superamento delle eventuali prove finali) di corsi trasversali organizzati da altre università/enti di ricerca/imprese. Il Collegio dei Docenti e/o Supervisore/Co-supervisore valutano l'idoneità di tali attività rispetto agli obiettivi di formazione e ricerca dello studente e stabilisce il numero di crediti da assegnare.

Il programma di ricerca individuale si conclude con la stesura della tesi. La tesi, redatta in lingua inglese, deve contribuire all'avanzamento delle conoscenze o delle metodologie nel campo di indagine prescelto.

Il Collegio dei Docenti valuta annualmente l’attività di formazione e di ricerca svolta dai singoli dottorandi ai fini dell’ammissione all’anno successivo e alla fase di valutazione della tesi.

 

Cicli precedenti:

Progetto Formativo XXXVII Ciclo
Progetto Formativo XXXVI Ciclo