Innovazione in acquacoltura

Cluster di dipartimento

  • Acquacoltura e risorse faunistiche

Descrizione

Il gruppo di ricerca si occupa di argomenti di ricerca sviluppati in laboratori dedicati e presso una propria stazione sperimentale dotata di sistemi di vasche a circuito aperto e chiuso per la conduzione di studi su pesci e crostacei. Particolare attenzione è rivolta alla ricerca nei settori della Nutrizione ed Alimentazione di specie ittiche marine (spigola, orata, sogliola) e d’acqua dolce (salmonidi, temolo) ed alle loro implicazioni su performance di crescita, benessere e salute degli animali acquatici allevati, sostenibilità delle produzioni e qualità dei prodotti ittici. Gli studi in questi campi vengono affrontati con metodologie di ricerca che integrano approcci biologici, zootecnici e genomici. Il gruppo ha una lunga esperienza nello studio dei fabbisogni nutritivi delle specie ittiche mediterranee e della valutazione nutrizionale di nuove fonti di proteine e lipidi da utilizzare nella mangimistica delle specie ittiche allevate ed in grado di garantire sostenibilità alle produzioni ittiche intensive. Tra le potenziali nuove fonti alimentari, vengono studiate farine provenienti da micro alghe, larve di insetto, proteine animali trasformate. Gli studi sull’alimentazione riguardano inoltre l’implementazione di piani alimentari innovativi nell’allevamento ittico intensivo, quali l’alimentazione ciclica, su benessere e salute dei pesci, sulla qualità nutrizionale e proprietà sensoriali del prodotto ittico di allevamento, fresco, conservato e trasformato. Il gruppo fa parte di una rete di collaborazioni scientifiche che include altre sezioni del dipartimento e vari gruppi di ricerca nazionali appartenenti alle Università di Firenze, Insubria, Palermo, Padova, Bologna, Ancona, Camerino, Napoli Fed.II, la Fondazione E. Mach di San Michele all’Adige, e ricercatori stranieri appartenenti all’Unité de Recherche Nutrition, Métabolisme, Aquaculture dell’INRA, Saint Pee sur Nivelle, Francia, all’Agricoltural Research Organization (ARO), Bet Dagan, Israele, ed alle Università di Cukurova, Turchia e Ghent , Belgio. Le collaborazioni scientifiche si estendono anche al settore dell’industria privata della filiera acquacolturale.

Linee di ricerca

  • Effetto della composizione delle diete su attività ed espressione genica di enzimi digestivi e sul microbiota intestinale in pesci teleostei.
  • Effetto dei piani alimentari sulle prestazioni zootecniche e sulla risposta fisiologica di pesci teleostei.
  • Studio dei polimorfismi di enzimi chiave del metabolismo degli acidi grassi a catena lunga in pesci teleostei

Settori ERC

  • LS9_4 Microbial biotechnology and bioengineering
  • LS4_2 Comparative physiology
  • LS4_5 Non-hormonal mechanisms of inter-organ and tissue communication

Etichette libere

  • Fonti proteiche e grasse alternative
  • Prestazioni zootecniche
  • Fisiologia dell’intestino nei pesci teleostei
  • Espressione genica
  • Polimorfismo di FADS ed ELOVL

Componenti

EMILIO TIBALDI
Incaricato esterno di insegnamento
Gloriana CARDINALETTI
Edo D'AGARO
MARIA MESSINA
Incaricata esterna di insegnamento
Francesca TULLI
 

In base alla circolare d'Amministrazione n. 33/1998 si responsabilizzano le persone in indirizzo a verificare la correttezza dei dati inseriti e ad effettuare le dovute comunicazioni di variazione alla Direzione Risorse Umane e Affari generali (DARU) per assicurare il costante aggiornamento dei dati nel tempo, trasmettendo (esclusivamente per posta elettronica) l'esito delle verifiche effettuate agli indirizzi di seguito riportati: