Le Grandi Terme costantiniane di Aquileia: scavo, ricostruzione, conservazione e valorizzazione

Cluster di dipartimento

  • Archeologia

Descrizione

Al gruppo fa capo un grande progetto ‘contenitore’, che si pone come obiettivo principale la conoscenza completa di uno dei più grandi impianti termali pubblici dell’Italia settentrionale (IV-V sec. d.C.) attraverso lo scavo stratigrafico, lo studio dei reperti, il rilievo e la documentazione di strutture e pavimenti messi in luce sia nelle recenti indagini dell’Università di Udine sia in quelle condotte nel corso del ‘900 dalla locale Soprintendenza. Scavo stratigrafico e studio dei reperti permettono di ricostruire anche le pesanti trasformazioni subite dall’edificio dopo la sua dismissione (riuso a fini abitativi nell’Alto Medioevo, crollo e riduzione a cava di inerti, spoliazione definitiva dal XIII-XIV) fino al cambiamento di destinazione d’uso dell’intero sito, oggi divenuto un paesaggio agrario di rilevante interesse storico. In parallelo, conoscenza e documentazione, con metodi tradizionali e nuove tecnologie, sono la base per la ricostruzione virtuale rigorosa del complesso termale romano e per la sua valorizzazione, che coincide con la possibilità di aprire progressivamente al pubblico il sito archeologico e di dotarlo di sussidi didattici di nuova generazione. La valorizzazione impone importanti interventi di restauro, consolidamento e messa in sicurezza, con la possibilità di applicare soluzioni innovative esemplari. Il progetto procede per tappe progressive, basate sulla concessione di scavo ottenuta dalla Direzione Generale ABAP del Mibact e su accordi scientifici con la Fondazione Aquileia (che ha in gestione l’area) e con la locale Soprintendenza. Al coordinatore, che è anche il direttore dello scavo (sia per la parte di ricerca, ricostruzione, progettazione e logistica che per quella didattica), si affianca un ampio gruppo di ricerca per lo studio delle numerose e diverse classi di materiali, che richiedono competenze specifiche. Sono e saranno coinvolti altri Dipartimenti dell’Università di Udine e già sono in atto collaborazioni con altre Università e Enti che operano ad Aquileia. Alle attività partecipano studenti di I e di II livello, dottorandi e specializzandi in discipline archeologiche.

Linee di ricerca

  • Scavo archeologico stratigrafico (comprensivo di documentazione e rilievo)
  • Analisi della documentazione (d’archivio e materiale) degli scavi pregressi;
  • Studio delle strutture e delle pavimentazioni e basi per la ricostruzione virtuale
  • Sviluppo di soluzioni tecnologiche avanzate per attività connesse con le indagini archeologiche, con il restauro e gli interventi conservativi
  • Studio dei reperti da scavo sotto la supervisione del coordinatore e degli altri membri del gruppo di ricerca, ciascuno per le sue competenze
  • Organizzazione di tutti i dati in un GIS
  • Ricostruzione virtuale in 3D su basi corrette e rigorose
  • Pubblicazioni scientifiche e divulgative, elaborazione di sussidi didattici per la musealizzazione.

Settori ERC

  • SH6 The Study of the Human Past: Archaeology and history
  • SH6_2 Classical archaeology, history of archaeology, social archeology
  • SH6_3 General archaeology, archaeometry, landscape archaeology
  • SH5 Cultures and Cultural Production: Literary studies, cultural studies, study of the arts, philosophy
  • SH5_6 History of art and architecture, arts-based research
  • SH5_7 Museums, exhibitions, conservation and restoration
  • SH5_8 Cultural studies, cultural identities and memories, cultural heritage

Etichette libere

  • Archeologia romana; Archeologia tardoantica e medioevale; terme imperiali romane;
  • scavo archeologico; Aquileia romana e medioevale
  • laser-scanner e nuove tecnologie applicate all’archeologia
  • Studio e elaborazione informatica dei dati di scavo e della documentazione
  • Catalogazione informatizzata e studio dei reperti da scavo
  • Sviluppo e integrazione di sistemi informativi territoriali (GIS)
  • restauro, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale

Componenti

Marina RUBINICH
Matteo CADARIO
Stefano MAGNANI
Simonetta MINGUZZI
Ludovico REBAUDO
Andrea SACCOCCI
PATRIZIA VERDUCHI
Incaricato esterno di insegnamento
 

In base alla circolare d'Amministrazione n. 33/1998 si responsabilizzano le persone in indirizzo a verificare la correttezza dei dati inseriti e ad effettuare le dovute comunicazioni di variazione alla Direzione Risorse Umane e Affari generali (DARU) per assicurare il costante aggiornamento dei dati nel tempo, trasmettendo (esclusivamente per posta elettronica) l'esito delle verifiche effettuate agli indirizzi di seguito riportati: