Accreditamento

Il 20 maggio 2016 l’Università di Udine ha ottenuto ufficialmente l’HR Excellence in Research Award dalla Commissione Europea.

La Raccomandazione della Commissione europea dell’11 marzo 2005 viene recepita dalle Università italiane riunite dalla CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) a Camerino nel luglio 2005; l’Università di Udine, insieme ad altri sette atenei, avvia nel 2008 l’iter per adottare e applicare i principi della Carta europea dei ricercatori e del Codice di condotta per l’assunzione dei ricercatori (Charter & Code) nei regolamenti interni e nella vita quotidiana dell’Ateneo. Una prima proposta di Strategia delle Risorse Umane e di Piano delle Azioni in linea con i principi della Charter & Code viene sottoposta nel 2011 all’approvazione della Commissione Europea (CE) ma, a causa del mancato coinvolgimento nel processo dei principali destinatari, i giovani ricercatori, strutturati e non, la valutazione è negativa.

L’Ateneo continua a perseguire con determinazione il percorso avviato: nel 2012 viene somministrato un questionario (Analisi interna 2012) a tutti i dipendenti strutturati e non che svolgono attività di ricerca nell’Ateneo, con l’obiettivo di mettere a punto azioni volte a migliorare sia il contesto lavorativo che la consapevolezza individuale della specifica professionalità. Viene costituito il primo Gruppo di lavoro Charter & Code nel maggio 2014 e una nuova proposta di Strategia delle Risorse Umane e di Piano delle Azioni, elaborata dal Gruppo di lavoro, condivisa con tutti gli uffici dell’Università e approvata dal SA, viene inviata alla CE nell’ottobre 2015. La proposta viene accolta con riserva nel gennaio 2016; la Strategia per le Risorse Umane e il Piano delle Azioni dell’Università di Udine, aggiornati alla luce delle osservazioni espresse dai valutatori, viene trasmessa alla CE il 13 maggio 2016 e il 20 maggio 2016 l’Università di Udine ottiene ufficialmente l’HR Excellence in Research Award dalla Commissione Europea.

A maggio 2018 viene inviato alla Commissione Europea un Internal Assessment per fare il punto sullo stato di attuazione delle azioni proposte e a settembre dello stesso anno viene costituito un Gruppo di lavoro Charter & Code, formalmente nominato con D.R. n.766 del 9/11/2018.

A gennaio 2019 i valutatori rispondono incoraggiando l’Ateneo a continuare il percorso virtuoso intrapreso e suggerendo di mettere a punto alcune azioni correttive per migliorare la già positiva performance.

A gennaio 2021 la prof.ssa Silvia Bolognini viene nominata, con D.R. n.31 del 20/01/2021, Referente del Rettore per la Carta Europea dei Ricercatori per l'anno accademico 2020/2021. 

A fine 2021 viene nominato con DR n. 1017/2021 del 27/10/21 un nuovo Gruppo di lavoro Charter & Code; La prof.ssa Silvia Bolognini viene confermata Referente del Rettore per la Carta Europea dei Ricercatori per l'anno accademico 2021/2022 con D.R. n. 904 del 07/10/2021.