• dame

    Corso di laurea magistrale

    Scienza dello sport
INFORMAZIONI SU

Obiettivi e sbocchi professionali

Di seguito sono riportati gli obiettivi formativi specifici, gli sbocchi professionali e una breve descrizione del progetto formativo del corso di laurea magistrale in Scienza dello sport (classe LM-68) per un approfondimento consulta la sezione “Qualità della formazione” dal menu qui accanto.

I contenuti di questa pagina sono tratti dalla Scheda Unica Annuale del corso di studio che è il principale strumento conoscitivo delle caratteristiche e delle specificità del corso. La versione completa è disponibile sul sito https://www.universitaly.it/index.php/cercacorsi/universita 

Il corso di laurea magistrale in Scienza dello Sport si propone di far raggiungere ai laureati i seguenti obiettivi:
- Possedere una solida preparazione culturale di base nell'area delle scienze motorie e sportive rivolte agli atleti ed a soggetti disabili per essere in grado di programmare, condurre, gestire e controllare le attività motorie sportive, sia amatoriali che agonistiche;
- Avere competenze di livello avanzato sui fondamenti teorici, metodologici e tecnici dell'allenamento in discipline sportive individuali e di squadra per poter operare nell'ambito dell'alta prestazione fisica e sportiva, sia nei settori giovanili che in quelli assoluti;
- Avere un'adeguata conoscenza degli aspetti inerenti la tutela della salute degli atleti, con riferimento anche ai rischi connessi al fenomeno doping;
- Avere avanzate conoscenze circa gli assetti istituzionali entro i quali si colloca il sistema delle attività sportive;
- Essere in grado di utilizzare i principali strumenti di valutazione sportiva e i principali strumenti informatici negli ambiti specifici di competenza;
- Essere capaci di lavorare con ampia autonomia, anche assumendo responsabilità di progetti e strutture.

Il Corso di laurea si propone di fornire ai propri laureati competenze relative alla comprensione, alla progettazione, alla conduzione e alla gestione di attività motorie a carattere sportivo finalizzandole allo sviluppo, al mantenimento e al recupero delle capacità motorie e del benessere psicofisico a esse correlato.

Il laureato potrà operare in veste di allenatore, preparatore atletico e in generale tecnico sportivo o indirizzarsi alla carriera di direttore tecnico di centri sportivi (ai sensi della Legge Regionale n. 15 del 10/08/06 del Friuli Venezia Giulia) nonché di dirigente di organizzazioni sportive.

Inoltre il laureato potrà intraprendere un percorso formativo finalizzato all'inserimento nell'ambito scolastico.

Il Corso di Laurea Magistrale in Scienza dello Sport si propone di far raggiungere ai laureati i seguenti obiettivi:
- possedere una solida preparazione culturale di base nell'area delle scienze motorie e dello sport ed essere in grado di programmare, condurre, gestire e controllare le attività motorie sportive, sia amatoriali che agonistiche, con particolare attenzione alle specificità di genere, ai diversi ambiti di età ed ai soggetti disabili;
- avere competenze di livello avanzato sui fondamenti teorici, metodologici e tecnici dell'allenamento in discipline sportive individuali e di squadra per poter operare nell'ambito dell'alta prestazione fisica e sportiva, sia nei settori giovanili che in quelli assoluti, nonché nel campo dell'attività sportiva nell'atleta disabile;
- avere un'adeguata conoscenza degli aspetti inerenti la tutela della salute degli atleti, con riferimento anche ai rischi connessi al fenomeno doping;
- avere conoscenze e competenze in ambito pedagogico e psicologico, con riferimento anche all'attività fisica e sportiva nel disabile.
- avere avanzate conoscenze circa gli assetti istituzionali, legali e organizzativi entro i quali si colloca il sistema delle attività sportive;
- essere in grado di utilizzare i principali strumenti di valutazione sportiva e i principali strumenti informatici negli ambiti specifici di competenza;
- essere capaci di lavorare con ampia autonomia, anche assumendo responsabilità di progetti e strutture.
Inoltre, nell'ambito dei percorsi formativi finalizzati all'insegnamento nella scuola secondaria di primo grado, i laureati dovranno raggiungere i seguenti obiettivi:
- possedere le conoscenze pedagogiche e didattiche per scegliere e padroneggiare i metodi di insegnamento delle attività motorie nel contesto delle attività della scuola secondaria, anche in riferimento a studenti disabili:
- possedere le conoscenze scientifiche ed epistemiologiche necessarie per svolgere la funzione di educatore capace di instaurare relazioni positive e motivanti con gli allievi, con le famiglie e con gli altri insegnanti coinvolti nel processo educativo a livello scolastico;
- possedere le conoscenze per promuovere ed organizzare le attività motorie e sportive scolastiche, fungendo da cerniera tra il modo dell'educazione presente nella scuola e quello dello sport agonistico e promozionale.
La verifica dell'apprendimento degli studenti viene effettuata mediante prove d'esame le cui modalità sono disciplinate dal Regolamento didattico d'Ateneo e dalle deliberazioni dell'organo collegiale competente. Ai fini della verifica, più discipline potranno essere raggruppate in un unico esame integrato. All'interno di ciascun semestre non esistono propedeuticità. Le prove di esame possono essere orali e/o scritte con domande a risposta singola o multipla, o con brevi elaborati. Nel determinare il voto di esame, il docente potrà avvalersi delle valutazioni di profitto in itinere durante lo svolgimento dei corsi. Per essere ammesso all'esame finale di laurea specialistica lo studente deve aver superato tutti gli esami previsti dal regolamento. L'esame finale consiste nella redazione e discussione di una tesi.

I laureati magistrali in Scienza dello Sport potranno esercitare la funzione di responsabile ad alto livello (allenatore e/o preparatore atletico), in ambito sia di progettazione che di conduzione e gestione, di attività sportive nelle strutture pubbliche e private) manager di società sportive professionistiche e non), nelle organizzazioni sportive, nell'associazionismo ricreativo e sociale, nell'organizzazione e nella conduzione delle attività motorie e sportive nei disabili, nel turismo sportivo. Potranno svolgere le attività di preparatore atletico, di allenatore sportivo nonché di arbitro e di giudice di gara.
La laurea magistrale costituisce prerequisito per l'accesso ai dottorati di ricerca ed ai tirocini formativi attivi (TFA) per l'insegnamento nella scuola primaria e secondaria.
Potranno infine, accedere alla carriera didattica e/o di ricerca nel campo delle attività sportive.

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT) 

  • Organizzatori di eventi e di strutture sportive - (3.4.2.5.1)
  • Osservatori sportivi - (3.4.2.5.2)
  • Allenatori e tecnici sportivi - (3.4.2.6.1)
  • Arbitri e giudici di gara - (3.4.2.6.2)