• di4a

    Corso di laurea

    Scienze per l'ambiente e la natura
INFORMAZIONI SU

Obiettivi e sbocchi professionali

Di seguito sono riportati gli obiettivi formativi specifici, gli sbocchi professionali e una breve descrizione del progetto formativo del corso di laurea in Scienze per l'ambiente e la natura (classe L-32) per un approfondimento consulta la sezione “Qualità della formazione” dal menu qui accanto.

I contenuti di questa pagina sono tratti dalla Scheda Unica Annuale del corso di studio che è il principale strumento conoscitivo delle caratteristiche e delle specificità del corso. La versione completa è disponibile sul sito https://www.universitaly.it/index.php/cercacorsi/universita 

Il corso di studio triennale in Scienze per l'Ambiente e la Natura è un corso fortemente multidisciplinare e interdisciplinare, che fornisce le competenze per analizzare, comprendere, interpretare e gestire il sistema ambiente nelle sue varie componenti compresa quella antropica, attraverso l'acquisizione di un metodo operativo ti tipo integrato. La Laurea Triennale fornisce infatti conoscenze su di un vasto spettro di discipline di base (Matematica, Fisica e Chimica) e naturalistiche (Biologia, Geologia, Ecologia) che si integrano con discipline spiccatamente di tipo applicativo come ad esempio il Diritto Ambientale, l'Economia Ambientale, la Geomatica, la Selvicoltura, l'Idrologia e la Metereologia. Il dottore in Scienze per l'Ambiente e la Natura accede al mondo del lavoro in settori quali ad esempio il rilevamento, la classificazione, l'analisi, il ripristino e la conservazione di componenti abiotiche e biotiche di ecosistemi naturali e antropizzati, l'analisi e il monitoraggio di sistemi e processi ambientali ai fini della promozione della qualità dell'ambiente, del risanamento ambientale e dell'uso alternativo di risorse primarie. I laureati in Scienze per l'Ambiente e la Natura possono intraprendere le attività di guida naturalistica e gestire parchi, riserve naturali, musei scientifici e centri didattici.
Il laureato in Scienze per l'Ambiente e la Natura non si sostituisce a competenze specialistiche proprie di altre discipline (Architettura, Ingegneria, Scienze Biologiche, Scienze Geologiche, Scienze Agrarie, ecc.) ma potrà, nel corso della sua attività professionale, interagire con queste in una visione sistemica dei problemi grazie ad una preparazione fortemente interdisciplinare.
Il triennio di studi è articolato in un primo anno propedeutico dedicato alle materie di base (matematica, fisica e chimica), comuni ad altri corsi di laurea e comprendenti anche una alfabetizzazione informatica e linguistica, e da due anni successivi incentrati sullo studio delle discipline caratterizzanti, raggruppabili in aree omogenee quali:
- area biologico-naturalistica;
- area delle scienze della Terra;
- area ecologico-territoriale;
- area tecnico-economico e giuridica;
- area tecnico-gestionale

Il Corso di Laurea triennale in Scienze per l’Ambiente e la Natura ha come obiettivo formativo specifico quello di fornire una preparazione multidisciplinare ed interdisciplinare finalizzata alla comprensione dei processi che caratterizzano sia l’ambiente naturale declinato in tutte le sue componenti biotiche ed abiotiche, che quello antropizzato, ponendo particolare attenzione alle loro interazioni. Particolare attenzione sarà posta alle
caratteristiche di innovazione tipiche di un settore in rapido sviluppo che richiede un continuo aggiornamento per tenere il passo con l’incremento delle conoscenze scientifiche e delle loro applicazioni tecnologiche applicate all’ambiente.
Attraverso l’acquisizione delle necessarie conoscenze di base nei campi della Matematica, Fisica e Chimica e delle discipline botaniche, zoologiche, ecologiche e geologiche, il corso di laurea si propone di fornire agli studenti gli elementi per il corretto utilizzo del metodo scientifico, sia per quanto riguarda l'acquisizione di abilità nel rilevamento e nella classificazione di dati ambientali e naturalistici, che per quanto riguarda la loro elaborazione, interpretazione e divulgazione. Il corso di Laurea affronta inoltre i principi della sostenibilità ambientale, non solo dal punto di vista delle discipline naturalistiche, ma anche in quelle giuridico-economiche.
I risultati attesi vengono conseguiti attraverso le attività di didattica frontale e di didattica assistita, realizzate in un adeguato numero di corsi. Il materiale didattico, indicato o direttamente fornito dai docenti, include testi e articoli scientifici anche in lingua inglese sui cui gli studenti svolgono lo studio personale. Di fondamentale importanza al fine di favorire la comprensione delle nozioni teoriche acquisite, sono le attività di laboratorio e di terreno. Il Corso di Laurea in Scienze per l'Ambiente e la Natura intende realizzare gli obiettivi formativi attraverso una didattica fortemente basata sul coinvolgimento attivo dello studente, dedicando adeguato spazio alle attività pratico-applicative sia di terreno che di laboratorio. Sono funzionali a tale scopo anche la predisposizione da parte degli studenti di brevi relazioni o progetti. In relazione agli obiettivi specifici e come attività propedeutica all’introduzione nel mondo del lavoro, è inoltre previsto un tirocinio formativo obbligatorio da effettuare presso aziende o laboratori pubblici o privati, strutture della pubblica amministrazione, Parchi e/o Musei. Per potenziare ulteriormente anche la capacità di rapportarsi/confrontarsi con altre realtà, sono incentivati i soggiorni di studio presso altre università italiane ed europee, nel quadro di accordi nazionali e internazionali.

Tecnico per il controllo ambientale
Funzione in un contesto di lavoro
analisi, conservazione e riqualificazione di componenti biotiche e abiotiche di ecosistemi naturali, acquatici e terrestri.
Competenze associate alla funzione
raccolta ed analisi di campioni biologici, chimico-fisici e geologici; elaborazione dati e realizzazione di carte tematiche, monitoraggio
ambientale mediante l’uso di indicatori biologici, conoscenza e applicazione della normativa italiana ed europea in materia ambientale,
buona conoscenza dell'inglese scritto e parlato, abilità nell'uso dei programmi informatici e statistici di base.

Sbocchi professionali
tecnico ambientale in aziende pubbliche (ARPA, Comuni, ASL, Regioni) e private che si occupano di analisi, monitoraggio e gestione di sistemi e processi ambientali.

Esperto nella gestione di parchi e riserve naturali

funzione in un contesto di lavoro:
progettazione di sistemi forestali, gestione, miglioramento e protezione delle risorse ambientali, naturali e forestali, mantenimento e tutela della biodiversità floro-faunistica.

competenze associate alla funzione:
monitoraggio floro-faunistico, gestione selvicolturale. Conoscenza e applicazione della normativa italiana ed europea in materia ambientale. Buona conoscenza dell'inglese scritto e parlato. Abilità nell'uso dei programmi informatici e statistici di base.

sbocchi occupazionali:
operatore e dirigente dei corpi forestali di Stato e Regioni. Enti responsabili della pianificazione e gestione delle risorse naturali e di gestione, conservazione e divulgazione del patrimonio naturalistico e culturale presso Musei, Orti Botanici ed Erbari. Operatore all’interno di Parchi e riserve Naturali.

Divulgatore scientifico e guida naturalistica

funzione in un contesto di lavoro:
attività di divulgazione ambientale tramite l’organizzazione di attività didattiche (laboratori) e divulgative, progettazione di percorsi a tema. Partecipazione in qualità di guida esperta ad escursioni in ambienti naturali. Competenza nella realizzazione di supporti didattici e divulgativi, allestimento di mostre temporanee e permanenti.

competenze associate alla funzione:
esperto in divulgazione scientifica, buona conoscenza dell'inglese scritto e parlato, abilità nell'uso dei programmi informatici e statistici di base.

sbocchi occupazionali:
guida naturalistica, divulgatore scientifico. Collaborazione, anche come libera professione, con Enti Pubblici (scuole) e Privati (scuole, centri didattici, promotori turistici, fiere, parchi tematici).

Ai sensi del DPR 5/6/01 n.328 e delle corrispondenze di cui al D.M. 26/7/07, la Laurea in Scienze per l'Ambiente e la Natura rappresenta requisito per l'ammissione all'Esame di Stato il cui superamento consente l'iscrizione agli albi professionali e all'esercizio delle relative professioni: ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori, Sezione B - settore pianificazione (titolo di pianificatore junior); ordine dei biologi, Sezione B (titolo di biologo junior).

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)
Tecnici del controllo ambientale - (3.1.8.3.1)
Tecnici forestali - (3.2.2.1.2)
Guide ed accompagnatori naturalistici e sportivi - (3.4.1.5.1)