• dmif

    Corso di laurea

    Scienze e tecnologie multimediali
INFORMAZIONI SU

Obiettivi e sbocchi professionali

Di seguito sono riportati gli obiettivi formativi specifici, gli sbocchi professionali e una breve descrizione del progetto formativo del corso di laurea in Scienze e tecnologie multimediali (classe L-31) per un approfondimento consulta la sezione “Qualità della formazione” dal menu qui accanto.

I contenuti di questa pagina sono tratti dalla Scheda Unica Annuale del corso di studio che è il principale strumento conoscitivo delle caratteristiche e delle specificità del corso. La versione completa è disponibile sul sito https://www.universitaly.it/index.php/cercacorsi/universita 

Il Corso di Laurea interclasse in Scienze e Tecnologie Multimediali nasce da precise esigenze del mercato del lavoro: il crescente e continuo sviluppo del settore delle applicazioni informatiche e della comunicazione multimediale richiede specifiche competenze sia nel settore dell'informatica e delle tecnologie informatiche che nel tradizionale settore delle discipline sociologiche, comunicative e giuridiche. L'integrazione di competenze informatiche e comunicative in un'unica figura professionale sta acquistando un valore strategico per molte attività sia della produzione sia dei servizi. L'attenzione che fino a ieri era rivolta quasi esclusivamente ai supporti come CD e DVD e al mondo del Web, oggi si sposta velocemente verso i media digitali, dai social media ai personal media e al mondo mobile.
Le aziende e gli enti interessati da questa innovazione, sia nel settore dell'informatica e della comunicazione multimediale che in quello contiguo dell'editoria elettronica e radiotelevisiva, devono poter selezionare il proprio personale tra professionisti che posseggano un insieme di competenze trasversali; una domanda che può essere soddisfatta solo da un progetto formativo basato sulla ibridazione delle conoscenze e delle competenze tipiche dell'informatica e della comunicazione.
Scienze e Tecnologie Multimediali è il corso di laurea offerto dall'Università di Udine volto a formare questi professionisti facendo acquisire loro solide competenze tecnologiche, tecnico-informatiche e umanistiche nell'ambito della progettazione e gestione di sistemi multimediali caratterizzati da contenuti audiovisivi integrati con contenuti virtuali e aumentati.
Il piano di studi del corso in Scienze e Tecnologie Multimediali prevede quindi insegnamenti di area umanistica, come Sociologia della comunicazione, Musica negli audiovisivi, Tecniche e linguaggi del cinema, ed insegnamenti di area informatica, quali Informatica multimediale , Tecnologie multimediali, Reti e tecniche per la comunicazione multimediale, Laboratorio di ripresa e regia digitale e Laboratorio di tecnologie audio-video interattive. Le attività formative prevedono, oltre alle lezioni in aula, attività di laboratorio ed esercitazioni pratiche nelle quali gli studenti sono impegnati nello sviluppo di progetti sia individualmente che in gruppo.
Il percorso prevede obbligatoriamente un periodo di tirocinio, generalmente presso un'azienda del settore multimediale, ma anche presso istituzioni, enti, o negli stessi laboratori universitari; questa esperienza costituisce un importante contatto dello studente con il mondo del lavoro e/o della ricerca, durante la quale le competenze acquisite con lo studio vengono provate sul campo.

Il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Multimediali è offerto in modalità mista. Parte delle attività formative all'interno del Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Multimediali sono erogate anche con il supporto di strumenti telematici, con particolare riferimento agli strumenti offerti dalla piattaforma e-learning di ateneo o piattaforme analoghe (a titolo di esempio, non vincolante e non esaustivo: materiali didattici disponibili online, registrazioni delle lezioni accessibili via web, possibilità di interagire con il docente al di fuori degli orari di lezione tramite chat o audio/video call, ecc.)

Il Corso di Laurea interclasse in Scienze e tecnologie multimediali (classe L20 – scienze delle comunicazione & L31 – scienze e tecnologie informatiche) si propone come corso di laurea che ha come obiettivo formativo principale quello di far acquisire allo studente sia competenze di tipo informatico-tecnologico che competenze di tipo umanistico-sociale al fine di colmare il vuoto nel mercato del lavoro di figure professionali capaci di (a) comprendere i più avanzati aspetti sia tecnologici che umanistici legati alle nuove forme della comunicazione e interazione digitale, (b) gestire in maniera appropriata i contenuti sia audio che video dei nuovi media quali web semantico, social network, web radio e TV, internet of things, applicazioni mobile, cinema interattivo, etc., (c) analizzare, progettare, valutare e realizzare sistemi multimediali avanzati.

Il Corso di Laurea in Scienze e tecnologie multimediali, oltre agli obiettivi formativi previsti dalla legge per le Classi di Laurea di riferimento (L20 e L31), si pone i seguenti obiettivi:

- formare un professionista con elevata conoscenza delle nuove tecnologie digitali e solide competenze sia tecnologico-informatiche  che umanistico-sociali che gli permettano di lavorare con autonomia nell'ambito delle applicazioni e della comunicazione multimediale;

- fornire gli strumenti metodologici e le competenze tecniche per operare efficacemente nel mondo dei sistemi multimediali (sistemi audio-video, sistemi mobili, sistemi di e-business, e-commerce, e-governement, e-health, riviste e giornali on-line, ambienti virtuali 3D, etc.), dei mezzi audiovisivi, radio-televisivi e cinematografici e della comunicazione multimediale (web 3.0 / 4.0, social network, comunicazione visiva e pubblicitaria, etc.);

- fornire al laureato le conoscenze per progettare e realizzare prodotti multimediali che utilizzino in maniera integrata testi, immagini, video, suoni, grafica, oltre che elementi di realtà virtuale e realtà aumentata, adattandoli alle esigenze del mercato e della società contemporanea.

Il percorso formativo è incentrato sullo studio di tecnologie, strumenti e metodologie che caratterizzano i settori della multimedialità e della comunicazione, ma è organizzato in modo da fornire al laureato anche solide basi teoriche, così da prepararlo sia all'ingresso nel mondo del lavoro, sia alla prosecuzione degli studi verso una laurea magistrale o un master di primo livello. In particolare il corso è strutturato in modo da offrire, tra il primo e secondo anno, le basi negli ambiti tecnico/scientifici della programmazione, della matematica e statistica, delle reti di calcolatori. A queste si affiancano le competenze nell’ambito della sociologia della comunicazione e dei contesti di natura più umanistica, come quelli legati alla comunicazione nei campi della musica e del cinema. Non manca inoltre la trattazione degli aspetti legati al diritto dei nuovi media. Su queste basi si appoggiano successivamente insegnamenti in ambiti più specifici, come ad es. la programmazione in ambito web, la realtà aumentata, il game programming, le tecniche di regia, ripresa e montaggio digitale, la sociologia nell’ambito della comunicazione visuale, la semiografia digitale della musica. Gli aspetti più scientifico-tecnologici si intrecciano quindi costantemente con quelli di natura più umanistica, permettendo così allo studente di acquisire competenze a tutto tondo nell’ambito della produzione multimediale, e giustificando quindi la natura interclasse del Corso di Laurea.

Le innovative conoscenze tecnologiche fornite dal corso di laurea includono infatti anche aree multidisciplinari particolarmente attuali e richieste dal mondo del lavoro nel settore della multimedialità, quali web semantico, creative computing, tecnologie audio-video interattive, sociologia dei media digitali, psicologia della comunicazione, statistica applicata, metodologie di web analytics, accessibilità e usabilità di siti internet, sound e music computing per i nuovi media.

Il corso di laurea in Scienze e tecnologie multimediali apre al laureato importanti prospettive di inserimento nel mondo del lavoro nell'ambito delle applicazioni multimediale, dell'editoria elettronica, del mondo televisivo e cinematografico, della pubblica amministrazione, degli archivi audiovisivi e multimediali, della gestione informatizzata del territorio e delle nuove tecnologie della rete internet. Il corso di laurea prepara inoltre i laureati alla eventuale prosecuzione degli studi nelle lauree magistrali delle classi LM-19 Informazione e Sistemi Editoriali e LM-18 Informatica. Al fine di far sperimentare concretamente allo studente le nozioni apprese, il Corso di Laurea in Scienze e tecnologie multimediali è caratterizzato da una marcata presenza di attività di laboratorio e prevede inoltre tirocini presso le aziende quale parte integrante del percorso formativo, facilitando così il trasferimento delle competenze dall'Università al mondo del lavoro. Nell'ambito del Corso vengono inoltre forniti uno specifico insegnamento di Lingua Inglese e uno di Lingua Spagnola che contribuiscono a migliorare le abilità comunicative e organizzative degli studenti.

Data la natura del Corso, orientata alle nuove forme di comunicazione basate sull’uso dei nuovi media digitali, risulta naturale la scelta di offrire il Corso in modalità mista. Parte delle attività formative all'interno del Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Multimediali sono quindi erogate anche con il supporto di strumenti telematici, con particolare riferimento agli strumenti offerti dalla piattaforma e-learning di ateneo o da piattaforme analoghe. In particolare si promuove l’uso della telematica in quelle attività formative e di studio che si affiancano alla lezione frontale vera e propria, come ad esempio la possibilità di fornire online su piattaforme apposite i materiali didattici o le registrazioni delle lezioni, la possibilità di interagire con il docente al di fuori degli orari di lezione tramite chat o audio/video call, ecc.

Funzione in un contesto di lavoro
I laureati nel corso di laurea interclasse in Scienze e tecnologie multimediali sono in possesso di conoscenze idonee a svolgere attività professionali in diversi ambiti, tra i quali: editoria elettronica e multimediale con specifiche competenze su e-book, giornali on-line e social networks; comunicazione digitale e multimediale con specifiche competenze su blog e piattaforme del web 2.0; mondo televisivo e cinematografico con specifiche competenze su tecniche di montaggio audio-video e tecniche di ripresa video; archivi audiovisivi e multimediali con specifiche competenze su sviluppo e gestione di database per contenuti testuali, audio e video e con specifiche conoscenze delle nuove tecnologie digitali legate al mondo informatico; gestione informatizzata del territorio e delle nuove tecnologie web e multimediali con specifiche competenze sulla gestione di servizi avanzati quali pubblicità, marketing etc..


Competenze associate alla funzione
Imprenditori e responsabili di piccole aziende operanti nei servizi multimediali e nella produzione cinematografica e televisiva
Imprenditori e responsabili di piccole aziende nei servizi informatici e di telecomunicazione
Tecnici esperti in applicazioni e della produzione di servizi
Tecnici web
Tecnici delle trasmissioni radio-televisive
Tecnici degli apparati audio-video e della ripresa video-cinematografica
Tecnici del montaggio audio-video-cinematografico


Sbocchi professionali
I principali sbocchi occupazionali comprendono i settori della produzione multimediale (prodotti multimediali e audiovisivi, etc.), i settori della progettazione e sviluppo di applicazioni e servizi web e multimediali, i settori cinematografico e radio-televisivo, i settori dei servizi avanzati (pubblicità, marketing, editoria, etc.) e della Pubblica Amministrazione. La formazione versatile che caratterizza il laureato in Scienze e tecnologie multimediali è apprezzata anche in imprese di piccole e medie dimensioni, laddove venga richiesta capacità di adattamento, approccio flessibile e multidisciplinarità. I laureati nel corso di laurea interclasse in Scienze e tecnologie multimediali potranno inoltre accedere ai livelli di studio superiori nelle aree delle tecnologie informatiche e della comunicazione multimediale.


Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT) 

  • Tecnici esperti in applicazioni - (3.1.2.2.0)
  • Tecnici web - (3.1.2.3.0)
  • Tecnici gestori di reti e di sistemi telematici - (3.1.2.5.0)
  • Tecnici delle trasmissioni radio-televisive - (3.1.2.6.2)
  • Tecnici degli apparati audio-video e della ripresa video-cinematografica - (3.1.7.2.1)
  • Tecnici del suono - (3.1.7.2.2)
  • Tecnici del montaggio audio-video-cinematografico - (3.1.7.2.3)
  • Tecnici della pubblicità - (3.3.3.6.1)
  • Tecnici dell'organizzazione della produzione radiotelevisiva, cinematografica e teatrale - (3.4.3.2.0)