INFORMAZIONI SU

Cardiochirurgia

Classe del Corso - Chirurgie cardio-toraco-vascolari

Direttore Prof. Ugolino Livi


Clinica di Cardiochirurgia Pad. 5 - Tel.  0432 - 552430
Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale - ASUFC
P.le S. Maria della Misericordia 33100 Udine

Con una lunga tradizione alle spalle, di oltre 50 anni, e tra i primi Centri di trapianto cardiaco in Italia sia per numerosità sia per complessità della casistica (è stata infatti la prima ad eseguirne uno il 21 novembre del 1985 e da allora sono 700 i pazienti trapiantati), la Cardiochirurgia di Udine continua ancora oggi a confermarsi saldamente ai vertici nazionali per quantità e qualità delle prestazioni chirurgiche. A certificarlo è soprattutto il PNE, il Programma Nazionale Esiti che dal 2012, anno della sua istituzione, riconosce questa realtà nelle posizioni di vertice, in Italia, per i risultati rispetto all’intervento di bypass aortocoronarico e della chirurgia valvolare (valutazione della mortalità a 30 giorni) e per l’attività di trapianto d’organo solido. 

Con una media di circa 700 interventi di cardiochirurgia annualmente eseguiti, la Clinica tratta chirurgicamente tutta la patologia cardiaca dell’adulto, valvolare semplice e/o complessa (circa 200 casi/anno), dell’aorta (circa 70 casi/anno) e numerosi casi di patologia mista, coronarica e valvolare o coronarica ed aortica. All'attività tradizionale, si aggiunge inoltre la chirurgia dello scompenso cardiaco avanzato che prevede il ricorso a dispositivi di assistenza meccanica al circolo in acuto (ECMO/IMPELLA circa 30 casi/anno) e in cronico (VAD circa 10/anno) oppure al trapianto (circa 25/anno).

Una realtà d’eccellenza, fortemente votata all’innovazione, in cui i futuri Medici specializzandi potranno avere la certezza di una formazione completa nelle attività cardio-chirurgiche di base; all’avanguardia per ciò che concerne l’impiego di nuove strumentazioni tecnologiche, già largamente utilizzate in Clinica, e specialistica, nei settori della cardiochirurgia neonatale, pediatrica e vascolare. La Scuola è infatti convenzionata con numerose sedi nazionali ove lo Specializzando potrà dunque perfezionare il proprio percorso per periodi di tempo concordati.

Fortemente spinta all’internazionalizzazione, la Scuola supporta ed anzi incentiva periodi di formazione all’estero presso enti di prestigio in tutto il mondo considerando l’esperienza una tappa fondamentale nel processo di formazione del futuro professionista. Particolarmente intensa nei molteplici campi della Cardiochirurgia, la Scuola assicura inoltre un’attività di ricerca importante, tra le più produttive e riconosciute a livello nazionale.


Per il conseguimento del titolo di Specialista, il Medico in formazione deve acquisire 300 CFU complessivi articolati in 5 anni di corso.