Programmi individuali dei collaboratori del Centro

Il Consiglio direttivo ha approvato i seguenti progetti di ricerca che i collaboratori scientifici interni intendono sviluppare individualmente nel corso del 2017:

 

 prof.ssa Monica Ballerini

-          “Il plurilinguismo nel pensiero linguistico fra Otto e Novecento”

-          “Traduzione e plurilinguismo in Leopardi”

 

prof.ssa Raffaella Bombi

·      “La formazione del patrimonio lessicale e morfologico delle lingue speciali”

·      “Anglicismi in italiano come terreno di verifica delle tipologie della linguistica di contatto”

·       “Aspetti della comunicazione istituzionale”

 

prof. Sergio Cappello

- “L’attività linguistica (descrittiva, lessicografica, traduttiva) dei missionari cattolici nella Nouvelle France nel Seicento”

 

prof. Roberto Dapit

- “Lingua, cibo e rito nell'arco alpino orientale”

- “La letteratura dialettale slovena e plurilingue in Friuli Venezia Giulia”

   

dott.ssa Maria Sagrario del Rio Zamudio

- “Edizione critica della commedia di carattere religioso: El divino portugués, san Antonio de Padua del poeta e drammaturgo Juan Pérez de Montalbán (1602-1638), che scrisse sulla scia di Lope de Vega. Progetto inserito nel PRIN 2007-2009: Teatralità e generi letterari a confronto (unità di ricerca di Udine, coordinata a livello nazionale da Giuseppe Mazzocchi dell’Università di Pavia)”

- “Analisi del tempo in un romanzo del XIX secolo”

- “Il tema dell’emigrazione dal punto di vista linguistico”

- “Fraseologia in Benito Pérez Galdós”

- “Delibes e la pragmatica”

 

dott. Paolo Driussi

- “Sintassi e grammatica tra particolarità linguistica e caratteri universali”

 

prof.ssa Fedora Ferluga Petronio

- “Continuazione  delle ricerche e le analisi delle traduzioni in croato di Nikola Šop (1904-1982), poeta bosniaco di origine croata, degli autori anticocroati scriventi in latino: Ivan Česmički (Ianus Pannonius) (1434-1472), Ignjat Đurđević (Ignatius Georgius) (1675-1737), Juraj Šižgorić(1420?-1509)

- “Analisi del plurilinguismo di Nikola Šop nei radiodrammi Vječni preludij (L'eterno preludio) (croato letterario, croato dialettale del Burgenland, tedesco, francese, latino) e nella Bosanska trilogija (Trilogia bosniaca) (turcismi e orientalismi)

- “Analisi del plurilinguismo nell'opera del poeta croato contemporaneo Danijel Načinović scrivente in quattro registri linguistici: croato letterario, croato dialettale ciakavo, parlata dialettale tsakava (della nativa Albona/Labin) e in italiano letterario. Si analzza con particolare le raccolte poetiche in dialetto ciakavo.

- “Analisi delle poesie in croato dialettale (ciakavo) di Vladimir Nazor (1876-1949)”

 

prof.ssa Alessandra Ferraro

-       “Translinguismo e autotraduzione nelle letterature europee ed extra-europee”

 

prof. Marco Fucecchi
- “Studi sul plurilinguismo letterario antico, con particolare riferimento agli effetti prodotti dalla commistione greco-latino in alcuni generi poetici (per es. la satira, la commedia palliata ecc.)”

-       “Ricognizione di testi della tradizione grammaticale-erudita di età imperiale (per es. le Noctes Atticae di Gellio) al fine di individuare eventuali spunti di riflessione teorica sul fenomeno del bilinguismo letterario greco-latino”

-       “Il plurilinguismo nella tarda antichità: sondaggi sull’opera di Claudiano.”

 

prof.ssa Fabiana Fusco

- “Plurilinguismo, traduzione e interculturalità”

- “Diversità linguistica e immigrazione in Friuli Venezia Giulia”

- “Aspetti del plurilinguismo letterario”

- “Il 'neoplurilinguismo' in Friuli Venezia Giulia”

 

prof. Nicola Angelo Maria Gasbarro

- “Antropologia e comparazione religiosa nel Settecento”

 

dott.ssa Sonia Gerolimich

- “Partecipazione al progetto Acquisition de la complexité linguistique de 6 à 14 ans, coordinato dalla prof.ssa Claire Martinot, nell’ambito del laboratorio di ricerca EA 4509 dell’Università Paris-Sorbonne. Vengono confrontati i processi acquisizionali di diverse lingue materne, tra cui il francese e l’italiano. Lo scopo, è quello di studiare la diversità di acquisizione dei fenomeni linguistici complessi in parlanti esposti in modo disuguale alla cultura”

- “Continuazione della ricerca, già sviluppata negli anni, sull’acquisizione della morfologia verbale negli apprendenti italofoni di francese”- “Curatela, in collaborazione con Sara Vecchiato e Nickola Komninos, di due pubblicazioni collettanee sulla tematica del plurilinguismo e mondo del lavoro e del plurilinguismo nella sanità, che riprende in gran parte i contributi del convegno Internazionale Plurilinguismo e mondo del lavoro. La qualità della comunicazione, tenutosi a l’Università di Udine, li 26-27 ottobre 2012”

- “Ricerca e coordinamento numero tematico di rivista con la dott.ssa Vecchiato sulla questione del “parlare chiaro” e più specificatamente dell’accesso alle informazioni da parte di tutte le persone che non hanno una competenza adeguata nella lingua dell’istituzione, e hanno quindi difficoltà di accesso ad informazioni importanti quali la salute, la giustizia o l’amministrazione pubblica”

 

dott. Ettore Gherbezza

- “Gli italianismi attestati nella lingua russa”

- “I russismi di più recente attestazione in italiano”

- “Questioni di lessicografia russo-italiana”

- “Problemi di acquisizione del russo come L2 da parte di apprendenti di L1 italiana (con particolare attenzione per verbi di moto e aspetto verbale)”

 

prof.ssa Renata Londero

- “Preparazione dell’edizione bilingue spagnolo-italiano, con corposa introduzione critica, nota all’edizione e traduzione italiana, della pièce El lector por horas (1999), a firma di uno dei massimi drammaturghi spagnoli attuali, José Sanchis Sinisterra (Valencia, 1940). L’edizione bilingue in questione è già stata accettata per la sua pubblicazione (nel 2018) entro la collana di teatro ispanico moderno e contemporaneo “La maschera e il volto” (Edizioni ETS, Pisa), diretta dal prof. Enrico di Pastena dell’Università di Pisa”

- “Studio della rielaborazione della figura storica del re Juan II di Castiglia (1426-1454) e della sua corte nel testo teatrale El picarillo en España (Valencia, Viuda de José de Orga, 1763) di José de Cañizares. Tali ricerche si collocano all’interno del progetto FFI2015-64107-P, finanziato dal Ministerio de Economía y Competitividad spagnolo per il triennio 2016-2018, intitolato “NOBLES, OFICIALES Y CORTESANOS EN EL ENTORNO LITERARIO DEL CANCIONERO DE BAENA: ESCRITURA Y REESCRITURAS”, e coordinato dai Proff. Antonio Chas Aguión e Montserrat Ribao dell’Università di Vigo. Esse prenderanno corpo nel 2017 in un primo saggio dedicato all’argomento, che verrà pubblicato nel volume miscellaneo El teatro clásico español: entre ayer y hoy (eds. Luciana Gentilli e Renata Londero), in preparazione per la stampa presso la prestigiosa casa editrice Visor di Madrid (2017). Intervento su tale argomento presso il seminario internazionale relativo al tema del progetto, all’Università di Vigo, nei giorni 9-10 giugno 2017”

- “Ultimazione dell’edizione critica (studio introduttivo, testo, apparato critico, note linguistico-letterarie) della commedia di magia tardobarocca di Antonio de Zamora, El hechizado por fuerza (prima rappresentazione, 1697), in vista della sua pubblicazione presso la collana di saggi ed edizioni del CELES (Centro de Estudios de la Literatura española de Entre Siglos (xvii-xviii), Université de Poitiers, diretto dal prof. Alain Bègue, entro il 2017”

- “Articoli e comunicazioni di convegni legati alla riscrittura dei classici ispanici nell’opera di José Martínez Ruiz/Azorín (convegno internazionale all’Università di Alicante, 1-3 marzo 2017; contributo sulla rivista “Canelobre” dell’Instituto di Cultura Juan Gil Albert, Alicante, numero monografico dedicato ad Azorín)”

- “Uscita (estate 2017) dell’edizione bilingue spagnolo/italiano della pièce Cinco horas con Mario (1981), adattamento teatrale dell’omonimo capolavoro narrativo del grande scrittore contemporaneo spagnolo Miguel Delibes (1920-2010). L’edizione è inserita nella collana bilingue di classici spagnoli “Dulcinea” della casa editrice Marsilio, diretta dal prof. Marco Presotto (Università di Bologna)”

 

  prof.ssa Carla Marcato

-   “L’Italia plurilingue”

-   “Italiano fuori d’Italia”

-   “Stratificazione linguistica in Italia”

 

dott. Andrea Marini

-   “Towards a characterization of the linguistic profiles of German-Italian bilingual children with SLI in Bozen’s Provincia Autonoma”

 

prof. Renato Oniga

- “Didattica del latino in prospettiva comparativa con le lingue moderne, nell'ambito di una educazione plurilingue”

- "Linguistica latina: contributi teorici all’analisi di alcuni fenomeni grammaticali, con particolare riferimento alla struttura dei sintagmi"

- “La presenza del latino nella cultura letteraria moderna e contemporanea”

- “La traduzione dal greco nella letteratura latina: teoria e storia del procedimento”

- “Costituzione di un database sui composti nominali latini”

 

prof.ssa Piera Rizzolatti

- “Le varietà friulane nel contesto delle varietà italiane settentrionali”

- “Aspetti e problemi del contatto linguistico in Friuli in prospettiva diacronica e sincronica (cambiamenti linguistici in atto in Friuli; interferenza e conservazione nelle varietà friulane periferiche; i comportamenti linguistici delle nuove generazioni; integrazione linguistica degli immigrati in Friuli)”

- “Plurilinguismo letterario in Friuli”

- “Situazioni di contatto linguistico nell’arco alpino orientale: i Ladini della provincia di Belluno”

 

prof. Fulvio Salimbeni

- “Prosecuzione delle ricerche sulla figura e l’opera di Tommaseo, in vista di un’edizione moderna sia di “Dell’Italia” sia degli scritti d’argomento linguistico, letterario e storico adriatico”

- “Indagine pluridisciplinare sui linguaggi della storia e della pace”

prof. Sergio Vatteroni

- “Completamento dell'edizione critica delle prose francescane in occitano antico conservate nel ms. 9 della Biblioteca Storico-francescana di Chiesa Nuova di Assisi”

- “Studi sul décasyllabe nella lirica galego-portoghese e sulle sue trasformazioni rispetto al modello occitano (décasyllabe dei trovatori)”

 

prof.ssa Sara Vecchiato

-  “La sintassi comparata francese/italiano, con particolare attenzione alle interrogative indirette. Collabora con il laboratorio informatico Gaspard-Monge dell’Università Paris Est per la costituzione di dizionari sintattici utilizzabili per il trattamento informatico dei testi”

-  “La ‘accessibilità’ all’informazione scritta da parte dell’utente, soprattutto nel linguaggio medico-infermieristico in contesto plurilingue. Su questa tematica ha curato gli atti di convegno “Plurilingualism in Healthcare” e  sul avviato un progetto strategico di Ateneo dal titolo “Comunicazione Plurilingue Efficace”

-  “La microvariazione linguistica in francese, in particolare nel francese canadese. La ricerca ha toccato le variazioni interne alla lingua, la loro rappresentazione nell’immaginario, e le politiche relative alla norma linguistica”

 

prof. Federico Vicario

- “Fenomeni di interferenza e plurilinguismo in testi volgari del XIV e XV secolo di area friulana”

 

dott. Rodolfo Zucco

-   “Curatela delle Poesie di Fernando Bandini”